Una nuova, semplificata versione di JavaNew.

Management

Sun Microsystems ha rilasciato venerdì scorso per i PC desktop una nuova versione di Java, che vuole rendere il software più veloce, user friendly e meno scoraggiante per i non programmatori.

Tra gli altri cambiamenti, la nuova versione 1.4.2 di Java 2 Standard Edition comprenderà pulsanti, barre dei menu e altri elementi grafici che simulano l’ambiente di Windows XP o l’interfaccia Gnome di Linux. La versione 1.4.2 prevede anche un nuovo pannello di controllo, una funzione per l’aggiornamento automatico e una risposta più veloce quando vengono si richiedono azioni tipo mostrare l’elenco di file di una directory. L’interfaccia più amichevole è parte di un disegno dell’inventore di Java, che vorrebbe che fosse il software riconosciuto e richiesto dall’utente medio. All’inizio di giugno, in occasione di JavaOne, Sun ha annunciato una campagna pubblicitaria da milioni di dollari per provare a imprimere indelebilmente nelle menti dei consumatori il logo e il valore di Java. Un esempio che dimostra lo sforzo di Sun per estendere l’appeal del software ad una fascia di consumatori diversa da quella degli esperti informatici è il fatto che la nuova versione non mostra più prevalentemente le azione di Java in modalità «console», caratteristica che gli abili programmatori apprezzano ma che pochi capiscono e ancora meno utilizzano. La versione 1.4.2, nome in codice Mantis, è anche la prima a includere il pieno supporto per la famiglia di processori Itanium di Intel. Intel, tra l’altro, ha rilasciato proprio ieri la terza generazione di Itanium, chiamati Madison. Prima, il supporto incompleto per Itanium faceva sì che i programmi fossero dalle 20 alle 30 volte più lenti che con la versione 1.4.2, ha dichiarato Sun. Al JavaOne, Sun ha annunciato che la nuova versione sarebbe stata imminente. L’importanza dell’evento è aumentata con l’annuncio di due fra i maggiori produttori di PC, Dell Computer e Hewlett-Packard, che includeranno Java nei loro laptops e desktops. Sun ha anche messo online il nuovo sito web Java.com. Sito non è ancora disponibile la nuova versione per l’installazione rapida, ma può essere scaricata manualmente e i rappresentanti di Java hanno dichiarato che il sito verrà aggiornato prossimamente. La versione 1.4.2 rende più veloci alcune operazioni con istruzioni speciali che i processori Intel sono in grado di interpretare, chiamate SSE eSSE2 (streaming single-instruction-multiple-data extension). La prossima versione 1.5, nome in codice Tiger, sarà ulteriormente migliorata, ha dichiarato Sun: interfacce utenti ancora più personalizzate e minor tempo per lo start up.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore