Una partnership per il distretto legno-arredo

Aziende

Joinet scelta da Treviso Tecnologia come partner tecnologico per facilitare la collaborazione tra imprese e incrementare l’efficienza nella filiera produttiva

Joinet, società italiana specializzata in soluzioni per l’e-Supply Chain Management, è stata individuata come partner tecnologico per lo sviluppo della piattaforma d’integrazione denominata “eHUB”. Un progetto sviluppato e finanziato dalla Regione Veneto e dalla Camera di Commercio di Treviso tramite un’apposita legge regionale sui distretti produttivi.

Il progetto, relativo all’ottimizzazione delle relazioni di Supply Chain nelle imprese del distretto del legno-arredo di Treviso, coinvolge Treviso Tecnologia, azienda speciale per l’innovazione tecnologica della Cciaa di Treviso (analisi dei processi) e TeDIS Center, filiazione dell’Università Internazionale di Venezia (supporto e supervisione scientifica).

Il coinvolgimento di Joinet si basa sull’ampia esperienza e sul know-how dei professionisti della software house italiana, ma soprattutto sulla capacità maturata con MaNeM (Manufacturing Network Manager), soluzione installata in importanti aziende di livello mondiale nel settore del mobile. La soluzione “on demand” di Joinet ha dimostrato sul campo la sua vocazione a migliorare e razionalizzare la gestione della filiera di fornitura.

“La gestione dei rapporti di fornitura rappresenta per le aziende del distretto un aspetto fondamentale per mantenere il vantaggio competitivo nello scenario globale – afferma Michele Zanet, senior Scm manager di Joinet -. La gestione efficiente delle relazioni cliente-fornitore, intesa come scambio informativo, integrazione di processo e ottimizzazione logistica, è la sola via per affrontare la crescente competitività. L’idea è innovativa e ha potenzialità interessanti. Vogliamo costruire un layer tecnologico di distretto da poter esportare in altre aree e aggregazioni d’imprese. Joinet parteciperà apportando il suo know-how nell’analisi e nella mappatura delle modalità d’interazione fra aziende del distretto e sulla base dei risultati metterà a disposizione una piattaforma in grado di supportare con flessibilità l’integrazione di tali aziende”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore