Una tecnologia ecologica nel futuro del personal computing

AccessoriWorkspace

Un brevetto di un ingegnere chimico americano potrebbe dare vita a una nuova generazione di chip. Sostanze di origine animale al posto del silicio

Il silicio potrebbe scomparire dai microchip. Di una probabile sostituzione del principale elemento costitutivo della tecnologia del software, si parla da tempo. Ma finora non si era mai pensato ad alternative non minerali, per lo pi provenienti dal mondo animale. Secondo una notizia dellAgenzia Ansa, che riprende i contenuti di una intervista pubblicata recentemente dal quotidiano statunitense Washington Post, il silicio potrebbe essere sostituito nel prossimo futuro da alcune sostanze estratte dalle penne di pollo. Un ingegnere chimico americano, Richard Wood, avrebbe infatti messo a punto una nuova tecnologia ecologica presso lUniversit del Delaware, che si sarebbe affrettato a brevettare per via degli ottimi e inaspettati risultati ottenuti. Secondo Wood, la sua nuova tecnologia permetterebbe ai mezzi di personal computing di potere funzionare a velocit doppie di quelle attualmente garantite dal silicio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore