Una variante per il software che cracca i dvd

Management

Uno studente del Mit aggiusta il DeCCS e promette copie facili di dvd

A quasi un anno di distanza dal caso scoppiato sui dvd copiati grazie al software DeCSS, il più vietato tra i software di Internet è ritornato. Uno studente del MIT (Massachussetts Institute of Technology) ha realizzato una variante del DeCSS chiamata Qrpff che in appena sette righe di codice scritte in Perl, riesce a superare le barriere a protezione della copia dvd. Il DeCSS in originale era stato scritto per permettere ai film su dvd di essere decrittati e visti su macchine Linux. Chiaramente estendendo anche alle macchine Linux la possibilità di decodifica, i danni per lindustria dellintrattenimento saranno rilevanti, ma lo studente Keith Winstein, si difende dicendo che ognuno è libero di scrivere un paio di righe di codice su un foglio e darlo a chi gli pare. Non sembra dello stesso avviso la MPAA (Motion Picture Association of America) che sta già analizzando il software riservandosi eventualmente delle azioni legali contro lo studente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore