Una vernice per difendere il WiFi

CyberwarSicurezza

La sicurezza passa, per una volta, non dall’avanguardia informatica, ma dalla chimica. Basta un pennello per difendere le reti 802.11

Il fenomeno del warchalker, di chi cerca connessioni aperte e sfruttabili WiFi, può essere fermato: da una vernice. Ebbene, per una volta, l’informatica non c’entra, ma sono sufficienti pennelli, rulli, buona volontà e una mano di vernice chimica Defendair Radio Shield per la sicurezza WiFi. Dipingendo le pareti con la vernice acrilica prodotta da Force Field Wireless, si crea una gabbia di Faraday contro

l’accesso non autorizzato a reti WiFi, WiMax e Bluetooth. Per i vetri sarà invece necessario applicare un film trasparente ad hoc.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore