Unicoop Firenze e Cdc perfezionano l’accordo

Aziende

L’intesa tratta della joint venture per lo sviluppo di una catena di superstore di elettronica di consumo a copertura dell’intero territorio nazionale

Unicoop Firenze, operatore italiano della distribuzione di beni di largo consumo, con un giro di affari annuo 2004 di circa ì2 miliardi di euro, e CDC S.p.A., società di produzione e distribuzione di prodotti di Information Technology, quotata sul segmento TechSTAR di Borsa Italiana, con un fatturato 2004 di circa 550 milioni di euro, a seguito del parere favorevole all’operazione da parte dell’Autorità Antitrust, hanno perfezionato l’accordo di partnership, stipulato lo scorso 31 ottobre 2005. In base all’accordo sono state effettuate le seguenti operazioni: cessione da CDC ad Unicoop Firenze del 52% della società Compy Superstore S.r.l. (ex CDC Superstore), al prezzo di 1,58 milioni di euro, pari al 52% del valore di patrimonio netto al 30 settembre 2005 maggiorato di un sovrapprezzo pari a circa 1,3 milioni di euro dato dal 52% dei costi di avviamento del progetto Superstore già sostenuti alla data di cessione delle quote da parte del gruppo CDC;cessione da CDC alla società veicolo della partnership del marchio Compy, per un valore di 2,5 milioni di euro rispetto ad un valore di carico di circa 100 mila euro. È stato nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione di Compy Superstore, costituito da 5 membri di cui 3 designati da Unicoop Firenze (Golfredo Biancalani, Riccardo Sani, Maura Latini) e 2 designati da CDC (Giuseppe Diomelli e Leonardo Pagni). Presidente del CdA sarà Golfredo Biancalani (che ricopre anche la carica di Vice Presidente di Unicoop Firenze), mentre Vice Presidente è stato nominato Giuseppe Diomelli (che ricopre anche la carica di Presidente di CDC). La finalità della partnership è quella di integrare le competenze dei due gruppi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore