Un’inchiesta vuole veder chiaro nell’accordo Samsung-Apple

Aziende

La Sud Corea indaga su eventuali vendite sottocosto di memorie flash

La pratica sleale dello sconto illecito finisce sotto la lente delle autorità competenti della Corea del Sud. L’accordo sulle memorie flash tra Samsung e Apple adombrerebbe ipotesi di pratiche illegittime di vendita sottocosto. Le memorie Nand flash, impiegate nei lettori di musica digitale iPod, sarebbero state vendute con sconti del 50%. La Fair Trade Commission vuole mettere in luce se Samsung abbia venduto chip a Apple a prezzi inferiori rispetto al mercato intern o. Apple nel frattempo sembra essersi tutelata, affiancando a Samsung altri venditori di memorie flash, da Hynix a Toshiba, fino alla nuova joint venture, nata dall’intesa tra Intel e Micron. L’indagine riguarda accordi precenti tra Samsung e Apple.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore