Unindustria Treviso, la sicurezza dei dati prima di tutto

Aziende

Già sei anni fa, l’associazione, che rappresenta 2.500 imprese industriali di Treviso, ha deciso di utilizzare NetSuite Notes Enterprise di Trend Micro per proteggere le informazioni memorizzare sui suoi server

Il suo nome è Unindustria Treviso ed è l’associazione che rappresenta le imprese industriali dell’omonima provincia veneta. Si tratta di una delle maggiori associazioni italiane per numero di aziende iscritte: circa 2.500, il 90% delle quali sono Pmi. Fondata nel 1945, l’Associazione conta 70 dipendenti divisi in tre sedi operative e ha obiettivo quello di rappresentare e tutelare le imprese associate nei rapporti con le Istituzioni, le organizzazioni economiche, politiche e sindacali. Tra gli altri servizi offerti troviamo l’informazione e la consulenza alle imprese su tematiche di particolare interesse per l’imprenditoria, all’assistenza sindacale, alla previdenza al fisco e al diritto d’impresa alla contrattualistica nazionale e internazionale, all’Information Technology e alla formazione.

Negli ultimi anni, l’Associazione ha fatto un uso sempre più intenso di Internet e del Web come canale di comunicazione verso le imprese associat e, attivando un portale e una newsletter informativa, con la possibilità di effettuare invii personalizzati sulla base delle esigenze espresse dalle imprese. Il portale è il più visitato tra quelli delle Associazioni Industriali del triveneto, con oltre 1.300.000 contatti nel corso del 2006 e un consultato abituale tra le imprese associate di circa l’85%. Mentre sono oltre 3.500 gli iscritti al newsletter.

Tra i servizi offerti dall’Associazione, sono in particolare quelli legati all’Ict che si stanno ritagliando un ruolo sempre più importante, dalla firma digitale offerta sin dal 2004 in collaborazione con Infocamere, alla casella di posta elettronica certificata grazie alla collaborazione con Cedacri, fino alla fornitura di veri e propri servizi di consulenza in ambito Ict, relativi per esempio alla gestione della telefonia e della connettività, e al supporto nella gestione delle relazioni con i fornitori Ict, sopratutto dal punto di vista del la contrattualistica.

In tale contesto, la protezione dei dati e dell’infrastruttura Ict è sicuramente una priorità per un’industria trevisana. L’intensa attività di comunicazione attraverso il portale Web e la newsletter, la natura riservata dei dati delle imprese associate memorizzati nel server dell’associazione e la dislocazione su tre sedi operative collegate attraverso la rete pubblica, e quindi esposte a intrusioni, hanno richiesto la definizione di una precisa strategia di protezione e sicurezza.

Dal 2001 l’Associazione si è dotata del pacchetto NetSuite Notes Enterprise di Trend Micro, a garanzia dell’integrità dei dati lato utente e della protezione della rete interna. La scelta di adottare Trend Micro è stata dettata dalla completezza del prodotto offerto e dalla possibilità di utilizzare un unico pacchetto con diverse funzionalità di protezione, quali un avanzato sistema antivirus, un efficace sistema di filtraggio dei siti e un adeguato sistema antispam, e dalla facilità di gestione e amministrazione della sicurezza attraverso una semplice interfaccia Web.

Inizialmente, sono state istallate solo le licenze relative all’antivirus (70 presso le postazioni della sede centrale e 40 presso le altre due sedi); successivamente, il sistema si è arricchito di funzionalità sempre più avanzate, relative principalmente alla gestione della sicurezza della rete, con l’installazione di un firewall centralizzato, preposto a fare da centro stella rispetto alle altre sedi operative. Inoltre, l’architettura di rete è stata riprogettata per aumentare il livello di sicurezza attraverso la creazione di una zona delimitata, creata sin nel 2002 per la comunicazione con le sedi che utilizzano la rete, dati che potrebbe essere soggetta a ulteriori rischi di attacco su cui risiedono i server aperti su Internet.

I principali benefici derivati dall’utilizzo del sistema di sicurezza sono relativi alla riduzione del numero di intrusioni e di virus proveniente dall’esterno. In futuro, è previsto un continuo aggiornamento del sistema di sicurezza con il cambiamento della configurazione del firewall soprattutto verso l’esterno, visto il costante aumento di attacchi da parte di hacker. A ciò si aggiungerà un’ulteriore protezione per il sistema VoIp usato per la comunicazione tra le sedi, il quale, utilizzando la rete dati, potrebbe essere oggetto di ulteriori attacchi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore