Unisys e Oracle verso Windows

Aziende

Unisys ha annunciato l’avvio di una collaborazione con Oracle finalizzata all’ottimizzazione del software Oracle sui sistemi operativi Microsoft Windows.

Le due società collaboreranno per offrire agli utilizzatori dei database e delle applicazioni Oracle la possibilità di trarre ulteriori vantaggi dalla convenienza assicurata dai sistemi standard basati su Intel. A tal fine i tecnici di entrambe le aziende hanno provveduto a integrare nei server Unisys ES7000 i processori Intel Itanium 2. A prova dei reali benefici che le aziende possono trarre dalla migrazione messa a punto da Unisys e Oracle, sono stati resi noti i risultati di due benchmark. In qualità di Oracle Certified Advantage Partner aderente all’Oracle PartnerNetwork, Unisys ha diffuso alcuni dati che dimostrano i record di prestazioni e scalabilità di Oracle Database 10g sui server Unisys equipaggiati con Microsoft Windows Server 2003. Benchmark 1 – Operando su un sistema Unisys ES7000 Aries 420 Enterprise Server equipaggiato con 16 processori Intel Itanium 2 da 1,5 GHz e Microsoft Windows Server 2003 Datacenter 64-bit Edition, Oracle Database 10g con Oracle Automatic Storage Management ha fatto registrare il record prestazionale di 9.853,3QphH@1000GB con un rapporto prezzo/prestazioni di $68/QphH@1000GB surclassando il concorrente più diretto sulla medesima piattaforma. In congiunzione con Automatic Storage Management, un’interfaccia intuitiva per la gestione storage utilizzabile con tutte le piattaforme server e storage, Oracle Database 10g è stato in grado di impiegare i dischi nella maniera più conveniente possibile senza necessità di controller RAID. Benchmark 2 – Unisys ha comunicato anche i risultati ottenuti in un benchmark TPC-C che ha visto l’impiego dell’identica combinazione di hardware Unisys, processori Intel e sistema operativo Microsoft Windows 2003. Oracle Database 10g ha fatto registrare 291.413 tpmC (transazioni per minuto) con un rapporto prezzo/prestazioni di $4,98/tpmC. Questo risultato sottolinea l’impegno di Oracle per assicurare livelli straordinari di performance e valore su molteplici piattaforme, tra cui Windows.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore