Unisys: nuovo centro di sourcing globale a Shangai

Aziende

L’obiettivo è estendere la propria presenza all’interno del mercato cinese e in ambito open source

Unisys conferma l’impegno in Cina e apre un centro di sourcing globale a Shangai. L’obiettivo è estendere la propria presenza all’interno del mercato cinese e ampliare il proprio organico sul territorio, con l’assunzione di circa mille dipendenti entro i prossimi tre anni. La nuova struttura dedicata a progetti di sviluppo software e servizi di esternalizzazione dei processi, agirà anche da centro di eccellenza Open Source. Il nuovo distaccamento si occuperà di sviluppo software, servizi di outsourcing per information technology e processi di business, help desk tecnico e assistenza e manutenzione tecnologica. Oltre a fornire supporto alle attività di sourcing globale, la nuova struttura multiruolo di Shangai agirà anche da centro di eccellenza Open Source; Unisys sarà infatti impegnata nello sviluppo di un ambiente software aperto con l’obiettivo di migliorare concretamente i vantaggi derivanti dall’affidabilità delle operazioni di business, tra cui superiore accesso agli strumenti per lo sviluppo di applicazioni business mission-critical, minimizzazione dei rischi e miglioramento dell’efficienza operativa e del controllo dei costi.Il nuovo centro ospita 250 postazioni con la possibilità di arrivare fino a 550. “L’apertura del nuovo centro è una testimonianza concreta dell’impegno e la serietà dei progetti di Unisys all’interno del mercato cinese”, ha affermato David Fu, Vice President e General Manager di Unisys Greater China.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore