Univideo: cresce l’editoria audiovideo

AziendeMercati e Finanza

Il fatturato, trainato dai Dvd, è decollato a quota 950 milioni di euro

Il rapporto annuale sull’editoria audiovideo vede rosa e ha cifre quasi tonde:il fatturato del settore è decollato a quota 950 milioni di euro. Univideo incorona il Dvd come medium digitale, in grado di catalizzare ancora il mercato per il prossimo decennio. Infatti il Dvd e i suoi sviluppi in chiave di alta definizione e portabilità,con i nuovi formati post Dvd, può registrare ancora 5 anni di moderata crescita e almeno altrettanti di ricavi stabili. Il fatturato dei Dvd ha raggiunto gli 890 milioni di euro, pari ad un incremento del 12% rispetto al 2004. Nel canale edicola, il fatturato ha toccato i 183 milioni di euro, con un aumento del 40,5% rispetto all’anno precedente. Ormai il lettore dvd è presente in oltre la metà delle case degli italiani. Il Vhs è invece calato al 6% del valore degli audiovisivi. Nel 2005 la spesa familiare per acquisto e noleggio di prodotti audiovisivi, in ambito cinematografico, ha oltrepassato del 75% il valore degli incassi al box office (risultati inferiori ai 540 milioni di euro nel 2005). Con un intervento in videoconferenza, Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Confindustria, ha infine mostrato come il rallentamento dei consumi delle famiglie abbia avuto effetti sul mercato video. Montezemolo auspica la nascita di una Federazione unitaria dell’industria culturale “che guardi alle sinergie di filiera fra cinema, home video, contenuti digitali e tecnologie”, in modo “che sostenga lo sviluppo del mercato, la tutela del diritto d’autore, la lotta contro la pirateria”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore