Uno studio condotto da Applied Research, società di ricerche di mercato per conto di Symantec, rivela che lo spam colpisce la maggior parte dei bambini

NetworkProvider e servizi Internet

Oltre l’80% dei bambini riceve quotidianamente email spazzatura pubblicitarie

Dei mille bambini di età compresa tra i 7 e i 18 anni presi a campione, la metà riferisce di sentirsi offesa e a disagio di fronte ai contenuti sconvenienti dei messaggi. Steve Cullen, vice presidente senior di Symantec per i prodotti destinati ai consumatori commenta: «Come qualsiasi utente di posta elettronica, anche i bambini costituiscono un target per la pubblicità di servizi e prodotti, come Viagra e materiale pornografico». E continua: «I genitori devono educare i propri figli sui pericoli dello spam e su come evitare di essere esposti a contenuti offensivi e su come evitare di essere vittime inconsapevoli di frodi online». Interrogati su quale tipo di messaggi ricevano, l’80% ha risposto di essere bombardato da messaggi con oggetto del tipo «vinci una Playstation», il 62% ha ricevuto messaggi su servizi di «appuntamenti» per single, il 61% riporta che si tratta di pubblicità di servizi finanziari, il 55% riceve offerte per dimagrire di 10 chili in 15 giorni, il 51% riceve notizia di svendite farmaceutiche online di Viagra e il 47% riceve messaggi con link a siti pornografici. Circa un bambino su cinque (21%) apre e legge le email spam, in particolare se l’oggetto del messaggio suscita interesse (nel 16%) e oltre la metà del campione controlla la cartella “posta in arrivo” senza la supervisione dei genitori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore