Uno studio di Compuware: oltre il 40% dei furti di dati aziendali si è verificato in ambienti mainframe

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Ancora una volta la più grave minaccia per la sicurezza dei dati proviene dall’interno

I risultati di una ricerca commissionata da Compuware e condotta da Ponemon Institute dimostrano ancora una volta che la causa principale di tutte le violazioni a carico dei dati deriva dai collaboratori interni .

Ma la sorpresa è un’altra: lo studio dimostra che il 41% di tutte le violazioni dei dati si è verificato in un ambiente mainframe, mettendo a rischio una copiosa percentuale di dati riservati dei clienti, se si considera che oltre l’80% dei dati aziendali e governativi del mondo viene gestito su mainframe.

Il sondaggio 2008 Study on the Uncertainty of Data Breach Detection rivela inoltre che il 79% degli intervistati ha subito almeno una violazione di accesso ai dati.

Lo studio è stato condotto utilizzando una piattaforma di sondaggio basata su web di tipo proprietario, i cui i risultati sono stati tratti dalle risposte di 3596 professionisti IT residenti negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia e in Germania con un’esperienza media di quasi nove anni.

Negli Stati Uniti il 57% degli intervistati opera in ambito della sicurezza IT.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore