Usa e Ue rinegoziano il trasferimento dei dati personali

Autorità e normativeSorveglianza

La Corte di Giustizia europea ha bocciato l’attuale sistema applicato ai
passeggeri dei voli aerei per gli Stati Uniti

Il Grande Fratello ormai è ovunque e, complice l’anti terrorismo, non risparmia neanche i dati personali dei passeggeri in volo dall’Europa agli Usa. Ma se la sostanza dell’accordo tra Usa e Unione europea è salva, la modalità del trasferimento dei dati personali non è piaciuta alla Corte di Giustizia europea. Il supporto all’anti terrorismo non deve essere una scusa per violazioni di massa della privacy.L’intesa fra Usa e Ue non aveva le fondamenta legali appropriate, ma l’accordo dovrà essere rivisto entro la fine di settembre. La rinegoziazione manterrà il trasferimento dei dati, 15 minuti prima della partenza del volo, ma dovrà tenere conto delle direttive europee sull’archiviazione di dati sensibili.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore