Usa: si inaspriscono le pene antipirateria

NetworkProvider e servizi Internet

Un Dvd pirata, non ancora uscito nelle sale, potrà costare fino a tre anni di carcere. Parola del Family entertainment and copyright act

Manca la firma del Presidente degli Stati Uniti e il cosiddetto Family entertainment and copyright act diventerà legge. Allora saranno guai seri per i pirati professionisti. Fino a tre anni di carcere per chi diffondesse in Rete anche solo una copia di un film non ancora uscito nelle sale cinematografiche. Oltre al reato penale, verranno inasprite le sanzioni pecuniarie: con multe salatissime, fino a 250mila dollari. Negli Stati Uniti si stanno tuttavia levando voci contrarie, in quanto il testo legislativo è vago. Anche senza aver commesso un download, la normativa sarà applicabili a chi abbia una cartella condivisa contenente il file incriminato. Infine l’atto non tratterà solo di film, ma anche di musica e software protetti da copyright. Nel frattempo i discografici britannici, riuniti nella Bpi e con il contributo di Tns-global.com, hanno calcolato perdite, a causa del file sharing illegale, per 650 milioni di sterline, solo nell’ultimo biennio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore