Utili di Nintendo in picchiata

AziendeMercati e Finanza

Dopo il sorpasso di Ps3 sulla console Wii, Nintendo registra la trimestrale della flessione. Basteranno il taglio di prezzo alla Wii e la nuova DSi portatile per sostenere la riscossa? Entro il 2011 una nuova Wii

Nintendo ha archiviato il trimestre registrando un crollo del 52% dei profitti . Dopo il sorpasso di Ps3 sulla console Wii, Nintendo soffre e taglia le previsioni.

E pensare che solo pochi giorni fa si augurava che la Wii scavalcasse il record della Ps2 tra le console di maggior successo al mondo con 100 milioni di unità vendute in 5 anni e 9 mesi: Nintendo Wii, giunta a 53 milioni di unità, ha tempo fino al 19 agosto 2012. Ma qualcosa non sta girando nel verso giusto: le vendite della Wii sono in flessione del 43%, mentre quelle del software sono giù del 6%.

Il recente taglio del 20% sul prezzo della Wii e l’annuncio della nuova DSi portatile (con schermo più ampio) potrebbero non essere sufficienti per la riscossa di Nintendo, incalzata da Sony Ps3 (forte delle vendite del nuovo modello Slim) e da Microsoft Xbox 360 (che in futuro potrà implementare l’innovativo Project Natal).

Nintendo avrebbe in cantiere una nuova Wii, il vero asso nella manica per la riscossa: entro il 2011 potrebbe arrivare sul mercato una Wii aggiornata, con controller differente, e funzionalità più in linea con quelle delle rivali Microsoft Xbox 360 o Sony PlayStation 3.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore