Vale più di 10 miliardi di dollari il terzo trimestre di Microsoft

Workspace

Un incremento del 19% rispetto al fatturato di 8,54 miliardi di dollari
dell’anno precedente.

L’utile operativo per il secondo trimestre è stato pari a 1,48 miliardi di dollari contro i 2,23 miliardi di dollari registrati nello stesso periodo dello scorso anno. L’utile netto e l’utile per azione per il secondo trimestre sono stati rispettivamente pari a 1,55 miliardi di dollari e 0,14 dollari. Questi risultati comprendono la spesa relativa alla retribuzione in azioni pari a 2,17 miliardi di dollari (al netto delle imposte) o 0,20 dollari per azione, dei quali 1,48 miliardi di dollari (al netto delle imposte) o 0,14 per azione sono relativi al completamento del programma di trasferimento delle stock option per i dipendenti. Nell’anno precedente l’utile netto e l’utile per azione del secondo trimestre erano stati pari a 1,87 miliardi di dollari e 0,17 dollari, incluse le spese relative alla retribuzione dei dipendenti in azioni, pari a 709 milioni di dollari (al netto delle imposte) o 0,07 dollari per azione, gli oneri dovuti a perdite di investimenti, pari a 282 milioni di dollari (al netto delle imposte) o 0,03 dollari per azione, un’indennità di imposta derivante dallo storno di imposte precedentemente maturate, pari a 126 milioni di dollari o 0,01 dollari per azione e 141 milioni di dollari (al netto delle imposte) o 0,01 dollari per azione per sanzioni legali relative ai procedimenti dell’antitrust e per azioni legali inerenti a concorrenza sleale. Il fatturato della divisione Information Worker è cresciuto del 27% rispetto allo scorso anno, grazie ai vantaggi che i clienti hanno tratto dai nuovi strumenti di collaborazione e produttività di Office System. La forte adozione di Office 2003 da parte delle piccole aziende e dei clienti finali ha fatto sì che le vendite nelle catene retail e quelle dei costruttori di PC superassero le aspettative. Tra i clienti che hanno acquistato Office in questo trimestre vi sono Eli Lilly and Company, Safeco Corporation e Ticketmaster. MSN ha riportato ancora una volta una crescita del fatturato superiore al previsto, pari al 19% rispetto allo scorso anno. La divisione Home ed Entertainment ha registrato un forte trimestre guidato dalle vendite dei giochi e della console Xbox. Secondo quanto rilevato da NPD Data, con oltre 400 giochi disponibili, compresi 70 titoli per Xbox Live, Xbox ha aumentato a 6,4 il numero medio di giochi per console negli Stati Uniti. Dal lancio di Xbox, avvenuto nel 2001, Microsoft ha venduto nel mondo più di 13,7 milioni di console ed entro la fine di questo anno fiscale, Microsoft prevede di vendere dai 14,5 ai 16 milioni di unità. Continua inoltre il successo di Xbox Live con quasi 750.000 abbonati, e l’obiettivo è quello di raggiungere un milione di abbonati entro la fine dell’anno fiscale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore