Vederci chiaro

LaptopMobility

Calibrazione del monitor

Nonostante il recente successo dei monitor piatti a cristalli liquidi, i monitor a tubo catodico sono ancora ampiamente utilizzati per il costo conveniente e la capacità di gestire senza problemi risoluzioni diverse, grazie alla natura analogica dei loro circuiti. Questa caratteristica ha però un aspetto negativo: i circuiti analogici, a differenza di quelli digitali usati dai monitor Lcd, con il tempo si usurano e perdono la propria calibrazione. I tipici effetti dell’invecchiamento su un monitor a tubo catodico sono visibili a colpo d’occhio osservando il desktop di Windows o l’immagine creata da un programma di test, come Nokia Monitor Tester: 1) I colori assumono una dominante rosso-violacea, dovuta al calo dell’emissione dei fosfori verdi. Il verde è infatti il fosforo più sollecitato, quindi si usura prima del blu e del rosso. 2) I contorni dei caratteri e delle finestre diventano confusi, specialmente agli angoli dello schermo; per esempio l’occhiello delle lettere e e a minuscole nere su fondo bianco tende a diventare una macchia indistinta grigio-scura. Ciò dipende dall’usura della superficie catodica di tungsteno contenuta nel cannone elettronico, che cambia le proprie caratteristiche fisiche e quindi porta fuori dal punto di lavoro ottimale il sistema di focalizzazione elettrostatico del pennello elettronico. 3) Se l’usura dei circuiti è particolarmente marcata, i bordi destro e sinistro dell’immagine sullo schermo sono disturbati da leggere ondulazioni che a volte scorrono in senso verticale, dovute all’essicazione dell’elettrolita sigillato all’interno dei condensatori che filtrano la tensione di alimentazione per livellarla. A intermittenza, l’immagine può assumere colori falsati, dovuti a contatti incerti dei connettori del cavo che trasporta i segnali video ai circuiti elettronici sul collo del tubo catodico (cioè la parte posteriore dell’ampolla di vetro). 4) Possono apparire macchie colorate, molto evidenti quando si visualizza un colore di sfondo bianco uniforme. Per fortuna tutti questi problemi si correggono facilmente, con un po’ di pazienza e gli attrezzi giusti. L’articolo prosegue sulla rivista con i seguenti argomenti: aprire il monitor regolazione dei colori regolazione della messa a fuoco

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore