Venduti 5 milioni di iPhone

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace

Apple ha venduto 5 milioni di iPhone 5, un numero da capogiro, ma la metà rispetto ai 10 milioni previsti da Wall Street. Il lancio è sotto le attese non per scarsità di domanda, ma, al contrario, di disponibilità, a causa della supply chain. Ma il titolo cala

Apple perde il 2.6% in Borsa perché nel primo week-end di commercializzazione ha venduto 5 milioni di iPhone 5, un numero da capogiro, ma la metà rispetto ai 10 milioni previsti da analisti come Piper Jeffray. Anche Topeka Capital Markets prevedeva vendita per oltre 6 milioni di unità, mentre ISI Group stimava vendite dai 6-8 milioni di smartphone. Il debutto dell’iPhone 5 è senza dubbio un successo, anche rispetto al passato, ma è sotto le attese. La domanda di iPhone 5 ha comunque ecceduto la fornitura iniziale: infatti il lancio è sotto le attese non per scarsità di domanda, ma di disponibilità, a causa della supply chain. Apple ha sofferto lo shortage della componente fornita da LG: lo schermo sottile dei pannelli in-cell. Apple ha messo in lista anche Sharp fra i supplier, ma non era pronta ad iniziare la produzione in precedenza. Il collo di bottiglia si è formato nella supply chain. L’iPhone 5 è Sold Out, ma sotto le attese di Wall Street. Le proteste a Foxconn, sedate dagli agenti della polizia, dimostrano fra l’altro che c’è nervosismo alla catena di assemblaggio dell’iPhone 5, dopo la protesta inscenata da 2 mila dipendenti, stressati per le dure condizioni di lavoro e le richieste di straordinari.

L’iPhone è responsabile dei due terzi di profitti di Apple, ed ha trasformato l’azienda, di nicchia dei computer Mac, nel colosso a maggior capitalizzazione a Wall Street. Il titolo di Apple ha guadagnato il 73% dall’inizio dell’anno. Le richieste di iPhone 5 rimangono comunque alte. E nel quarto trimestre si stima che Apple riporti 8.3 miliardi di profitti su 36.1 miliardi di dollari di fatturato.

Però “Sei milioni di pezzi è il peggior scenario” secondo gli analisti. E ora Apple deve recuperare, mentre Samsung si avvia verso i 30 milioni di Galaxy S III venduti. Secondo JP Morgan Apple venderà 50 milioni di iPhone 5 entro fine anno. iOS 6 è invece stato scaricato da 100 milioni di utenti. L’iPhone 5 è più sottile e con schermo più grande, e dotato di connettività LTE; hanno invece deluso le mappe di Apple, mentre in Europa si profila il problema del connettore. Apple si è scusata per le inaccuratezze e i veri e propri errori sulle mappe, e potrebbe assumere ex dipendenti di Google per rimediare al flop.

Infine Apple chiede di più a Samsung per i danni nella cosiddetta “guerra dei brevetti”: Apple pretende dal colosso coreano altri 707 milioni di dollari, oltre al miliardo ottenuto dal giudice, per aver violato una serie di brevetti. L’altro giorno Apple ha perso una causa contro Samsung e Google in Germania: nessuna violazione. Dopo il Giappone, una nuova sconfitta per la Mela di Cupertino.

iphone-5-apple

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore