Venti milioni di italiani navigano in Internet

Workspace

L’Osservatorio Multicanlità del Politecnico di Milano vede in crescita gli internauti e la quota degli utenti che cercano informazioni online per lo shopping. Sotto la lente utenti Reloaded e Open Minded

In Italia il multicanale crescere: sono venti milioni gli internauti che navigano soprattutto online, per cercare le informazioni utili per i propri acquisti; poi fanno shoping online e nei negozi fisici.

L’Osservatorio Multicanlità del Politecnico di Milano vede in crescita gli internauti e la quota degli utenti che cercano informazioni online per lo shopping.

A fine 2009 i cyber-navigatori italiani si attestano a quota 23,6 milioni, in aumento del 7% rispetto al 2008, trainati dall’utenza femminile e della fascia adulta (25-54 anni, dotata di potere d’acquisto).

L’Osservatorio Mulkticanalità è un progetto promosso da Nielsen, Nielsen Online, Connexia e la School of Management del Politecnico di Milano.

Sono 8,6 milioni i Reloaded sono i consumatori multicanale e sociali, che nei processi di relazione con le imprese, cercano interazione e coinvolgimento nei blog e forum.

Invece sfiorano gli 11,8 gli Open Minded, i consumatori multicanale che usano tutte le fonti media per raccogliere informazioni, pur senza diventare parte attiva e farszi coinvolgere.

All’orgoglio di Reloaded e Open Minded, l’Osservatorio però contrappone il pregiudizio della media delle aziende italiane che, pur cercando di tenere il passo con le nuove tendenze, non hanno ancora sviluppato strategie mirate su questi target.

Infine gioca un ruolo crescente il Buzz: la fruizione dei social network sale a quota 16 milioni di utenti in Italia e aumenta l’importanza del canale Internet: per il 22% della popolazione italiana (contro il 13% del 2007). Secondo un sondaggio Nielsen, il Web è la fonte principale per cercare informazioni su prodotti e servizi. Messaggi e commenti postati su Internet, chiamati in gergo tecnico buzz sono in grado di dirottare il comportamento di acquisto: il 16% degli intervistati conferma di non aver comprato un prodotto a causa di una recensione negativa sulla Rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore