Venticinque candeline per Apple

Aziende

Domani 24 gennaio Apple compie un quarto di secolo

Venticinque anni fa, Apple rilasciava il Macintosh. Il Macintosh originale introduotto il 24 gennaio 1984 aveva 128K di memoria, poi Apple ne aumentò la memoria a 512k, regalondogli il soprannome di “Fat Mac” (Mac grasso).

Da allora, in 25 anni di storia dell’Ict, è cambiato tutto: ma Apple per ora è una tra le poche aziende hi-tech a non soffrire la recessione (anche Microsoft ha dovuto licenziare per la prima volta in 34 anni di storia). Per Apple, il 2009 si preannuncia anche come anno di svolta: dopo l’annuncio del congedo semestrale del Ceo e co-fondatore Steve Jobs (per motivi di salute), al timone c’è Tim Cook; Apple ha cancellato gli eventi MacWorld Expo, per diventare un marchio mainstream: nel 2010 dovrebbe anche partecipare al Ces di Las Vegas; inoltre, ha vinto la sfida dell’ iPhone, ma anche degli iPod e del MacBook , in crescita anche in tempo di crisi.

Apple, che con l’ iPod e l’ iPhone (anche grazie al successo di App store ) ha già conquistato la ribalta nei mercati, rispettivamente, della musica digitale e della telefonia mobile (e persino della fotografia digitale ), esce definitivamente dalla nicchia per i tecno-fan della Mela. Non sarà più solo il marchio d’elite, il vendor solo dei Mac (non lo è ormai da tempo, sia chiaro), ma diventa un’azienda a 360 gradi, veramente per tutti, e completamente mainstream.

Inoltre quest’anno, Apple presenterà il il nuovo Mac Os X Snow Leopard , per contrastare Microsoft Windows 7, nuovi desktop e forse un Mac Mini per rinnovare la gamma, un iPhone Nano per il mercato cinese e probabilmente iPhone quad-core in funzione anti netbook.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore