Verizon metterà sul piatto 3 miliardi di dollari per aggiudicarsi Yahoo!

AcquisizioniAziende
Verizon metterà sul piatto 3 miliardi di dollari per conquistare Yahoo!
1 0 Non ci sono commenti

Verizon offrirà 3 miliardi di dollari per gli asset internet di Yahoo!. L’asta entra nel vivo. Il portale vuole cedere anche 3 mila brevetti

Verizon è pronta a conquistare il core business di Yahoo! all’asta, mettendo sul piatto 3 miliardi di dollari per gli asset internet del portale di Sunnyvale. Erano 40 i partecipanti all’asta di aprile.

Il valore degli asset online di Yahoo! è precipitato da 6-8 miliardi a 2-3 miliardi nel corso dell’asta.

Verizon metterà sul piatto 3 miliardi di dollari per conquistare Yahoo!
Verizon metterà sul piatto 3 miliardi di dollari per conquistare Yahoo!

Verizon acquisì AOL un anno fa per 4.4 miliardi di dollari, entrando nel mercato dell’advertising online. Verizon è in pole position per comprare Yahoo!. Il carrier mobile vuole rimpiazzare il Ceo Marissa Mayer con lo Chief Executive di Aol, Tim Armstrong. Aol – che già possiede  Huffington Post, Techcrunch, Engadget eccetera – si aggiudicò Millennial Media per 250 milioni di dollari, per rafforzare la propria presenza nell’advertising, e di recente ha lanciato il servizio di video mobile, go90, costruito su video streaming acquisito da Intel nel 2014.

Negli USA l’advertising online vale 59.6 miliardi di dollari, in crescita del 20% rispetto al 2014 (fonte: Iab). A Facebook e Google spettano le fette più grandi della torta dell’advertising digitale. Insieme, detengono il 64% del fatturato derivante dalla pubblicità digitale, secondo Pivotal Research. Google ha ricavato 30 miliardi di dollari, mentre l’azienda guidata dal Ceo Mark Zuckerberg ha guadagnato 8 miliardi di dollari. Gli operatori più piccoli hanno invece perso quote di mercato.

Per il Ceo Marissa Mayer è pronta una buonuscita di 55 milioni di dollari.

Secondo il Wall Street Journal (Wsj), Yahoo! ha dato mandato a Black Stone IP per vendere 3 mila brevetti Internet. L’obiettivo è di ricavare fra 1 e 3 miliardi nella cessione di proprietà e “non-core assets”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore