Verso lo standard per i processori?

Workspace

Ci stanno provando Amd e Transmeta che hanno sottoscritto un accordo per lutilizzo reciproco delle tecnologie

Amd continua la sua battaglia sul mercato dei microprocessori, ma nel frattempo annuncia unalleanza con la start-up Transmeta per arrivare a degli standard nella prossima generazione di microchip. In particolare Transmeta potrà utilizzare larchitettura x86-84 di Amd che è alla base del chip Hammer a 64 bit che uscirà il prossimo anno. Transmeta inoltre utilizzerà anche la tecnologia HyperTransport che dovrebbe portare a un sensibile miglioramento della velocità di trasferimento tra microprocessori e periferiche. Amd assicura che la tecnologia garantirà un passaggio indolore dai 32 ai 64 bit, estendendo le potenzialità del processore x86, ma lasciandolo pienamente compatibile con le applicazioni a 32 bit. Lannuncio arriva, non casualmente, in concomitanza del lancio da parte di Intel dellItanium, il chip a 64 bit, che uscirà il 29 maggio. Transmeta riprenderà anche le istruzioni di Amd nella fase di progettazione dei processori a 64 bit In questo caso non cè la necessità di reinventare la ruota ha commentato David Ditzel, responsabile delle tecnologie per Transmeta. Secondo quanto dichiarato da Ditzel, Transmeta avrebbe già iniziato la costruzione dei chip sul bus HyperTransport, che dovrebbero essere 48 volte più veloci dei bus standard. La società non ha ancora dichiarato lintenzione di iniziare la produzione di chip a 64 bit, ma vuole lasciare aperta ogni possibilità. Tutti positivi i commenti degli osservatori dopo laccordo Amd-Transmeta, concordi che in questo modo gli sviluppatori saranno facilitati nellassicurare la compatibilità sulle diverse piattaforme. I termini dellaccordo non sono stati resi pubblici.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore