Via VT310-DP

LaptopMobility

La nuova piattaforma biprocessore Via consente l’elaborazione dati veloce e consumi molto ridotti

Via propone una soluzione a basso consumo energetico e dotata di due processori, capace di soddisfare le esigenze del mondo professionale. VT310-DP può infatti essere impiegata con profitto per la realizzazione di sistemi server (high density server) in formato rack 1U e 1/2U indicati per le aziende e per servizi Isp, dove la riduzione degli spazi e una maggiore semplicità di gestione sono parametri molto importanti. È inoltre possibile realizzare Appliance server, ovvero macchine dedicate a compiti specifici come quelli legati alla sicurezza (Vpn, Antivirus, Firewall, Encryption), oppure file/print/Voip/video server. Tutto questo è reso possibile dalla nuova piattaforma dotata di due microprocessori Via Eden-N a 1 GHz ciascuno e realizzati in formato NanoBGA (solo 15×15 mm). Queste Cpu garantiscono l’esecuzione delle istruzioni x86 e la piena compatibilità con i sistemi operativi e gli applicativi più diffusi. Il processo costruttivo adottato per la realizzazione di Eden-N è a 0,13 micron, la cache al secondo livello (di tipo esclusivo) è di 64 Kbyte, mentre il Fsb è di 133 MHz. Sicuramente interessante, sul fronte della sicurezza, il supporto hardware Via PadLock per la codifica Aes, che permette di criptare/decriptare file e certificati digitali in tempo reale, riducendo il carico Cpu complessivo. Come detto, tra i punti di forza di questo microprocessore c’è il consumo ridotto e, conseguentemente, un calore prodotto molto limitato rispetto alle Cpu concorrenti. Secondo quanto dichiarato da Via, in un ambiente di test con temperature dei processori di circa 58° C, la potenza assorbita dall’intero sistema è di circa 28 W, un valore molto inferiore ai sistemi attuali basati su architettura Intel o Amd. Per quanto riguarda la board in prova, il formato è quello mini-ITX (17×17 cm) ed è realizzata sfruttando 8 layer sovrapposti. Oltre ai due processori direttamente saldati sul Pcb, questa scheda madre ospita tutti i componenti e i controller necessari per realizzare un personal computer. Il chipset incorporato è composto dal NorthBridge Via CN400, capace di gestire fino a 2 Gbyte di memoria Sdram Ddr Pc- 2100/2700/3200, utilizzando due moduli da 1 Gbyte ciascuno. La sezione grafica è integrata e sfrutta il core S3 Unichrome Pro su bus Agp ed è in grado di fornire decodifica Mpeg2 e accelerazione per il formato Mpeg4 in hardware. Il SouthBridge VT8237R comunica con il precedente blocco funzionale CN400 tramite il bus Ultra V-Link che permette una velocità di trasmissione di 1 Gbyte/s. Questo dispositivo controlla direttamente il canale Udma/133 e i due Serial Ata, e permette di creare Array Raid di tipo 0, 1 e 0+1. Gli slot di espansione previsti comprendono unicamente un connettore Pci a 32 bit, ma sono disponibili una serie di controller dedicati. Tra questi, due adattatori Ethernet 10/100 Mbps, Via VT6103L e i82551QM, oltre a quello Gigabit VT6122. Le porte Usb sono quattro, di cui due su staffe aggiuntive, mentre sono disponibili due uscite Vga (di cui una direttamente saldata sulla board). Per completare il sistema ed eseguire i test abbiamo usato 1 Gbyte di memoria Ddr Pc-3200, un disco fisso Samsung da 160 Gbyte Serial Ata e il sistema operativo Microsoft Windows Xp Professional SP2. Le prestazioni rilevate sono più che sufficienti per l’utilizzo degli applicativi più comuni, anche se decisamente inferiori rispetto a piattaforme concorrenti. Il rapporto prestazioni/consumo energetico è tuttavia a favore di VT310-DP che si è dimostrata molto vantaggiosa e non presenta problemi legati alla dissipazione del calore, molto evidenti in altri sistemi a doppio processore (o Dual Core).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore