Viaggi online, una guida per l’estate

Marketing

Due indagini, di Yahoo! e osservatorio Amadeus, tracciano l’identikit delle prossime vacanze. Nonostante l’attuale situazione economica gli italiani non rinunciano alle vacanze estive: circa 32,4 milioni di viaggiatori usufruiranno di una vacanza prenotata direttamente o tramite Tour Operator; vincono il lastminute e il

meta-multi-search

L’Osservatorio di Amadeus ha rilevato che nei mesi estivi il numero degli italiani che usufruiranno di una vacanza si manterrà stabile rispetto allo stesso periodo del 2008 e resterà invariato anche il numero medio dei pernottamenti che, come nel 2008, non supererà le 9 notti.

Come sceglieranno le vacanze gli italiani? Circa 32,4 milioni di viaggiatori italiani usufruiranno di una vacanza prenotata direttamente o tramite Tour Operator. Si prevede che circa il 64% dei viaggiatori trascorrerà le vacanze estive in Italia, il 22% in Europa, l’8% nelle Americhe, il 4% in destinazioni Asia/Oceano Indiano e circa il 2% in Africa.

Come in passato si assisterà al tradizionale picco durante la prima quindicina di agosto.

Secondo gli operatori l’attuale situazione economica favorirà il lastminute, nonostante le promozioni proposte con la formula advance booking. Si assiste inoltre al fenomeno che Amadeus ha definito meta-multi-search, cioè la stessa richiesta formulata a più agenzie o siti web alla ricerca dell’offerta migliore o del prezzo più basso.

Secondo Yahoo!, i fattori che maggiormente soddisfano gli utenti di un sito web dedicato ai viaggi sono, per la media degli europei, la qualità e quantità del contenuto: Offerte speciali e occasioni, 54%; strumenti di confronto dei prezzi, 44%; informazioni sulle strutture alberghiere, 41%; guide turistiche, 32%; contribut i fotografici e video, 23%.

Gli italiani mostrano una forte preferenza per stazioni balneari/villaggi (il 52% predilige vacanze estive al caldo). Il 52% degli utenti europei, infatti, come prima istanza si rivolge ai motori di ricerca e poi prenota attraverso i siti degli hotel o delle compagnie aeree (46%) o attraverso i siti delle agenzie di viaggio “web-based” (29%). Sono sempre meno, quindi, gli utenti di Internet che non usano il mezzo per organizzare le proprie vacanze o i propri spostamenti. Solo il 27% si affida all’agenzia sotto casa e il 23% chiama direttamente le strutture o le compagnie aeree.

Ma la rete offre sempre nuove proposte per le vacanze online: dai social network per viaggiatori, ai siti di scambio casa, ai classici siti di agenzie online e notizie sui voli aerei e i treni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore