ViaMichelin Navigation X-970T New Edition

Mobility

Le guide Michelin, l’antenna per le segnalazioni TMC e tanti servizi aggiuntivi in un navigatore pensato su misura per chi non vuole “solo” raggiungere la meta…

Spesso si pensa al navigatore Gps come a uno strumento il cui unico ed esclusivo compito è quello di indicare la strada da seguire curva dopo curva, in realtà ci si accorge presto di aver bisogno di tante indicazioni in più e qualche consiglio per apprezzare ancora di più un viaggio. La soluzione di ViaMichelin soddisfa ampiamente queste necessità ed è particolarmente indicata soprattutto a chi desidera un navigatore completo per andare in vacanza o per fare turismo.

Caratteristiche tecniche

X970-T è un ricevitore GPS con mappe 2D/3D, chipset SirfStar III e ricevitore TMC integrato. Il navigatore misura 108x80x20,6 mm e pesa 155 gr. Il sistema operativo alla base del funzionamento del dispositivo è Windows CE Core 5.0, mosso da un processore Samsung a 300 MHz con 64 MB di RAM e 128 MB di ROM. Il software di navigazione è il nuovo Via Michelin Navigation 7 (è inutilizzabile se lavorate con il Mac). X970-T supporta le connessioni Bluetooth (per l’utilizzo delle funzioni del cellulare a mani libere) e GPRS (ma è meglio consultare prima la tabella degli smartphone compatibili) per usufruire di alcuni servizi aggiuntivi, come per esempio gli aggiornamenti delle previsioni Meteo o la sincronizzazione con i profili ViaMichelin via Web.

Si può interagire con il navigatore esclusivamente tramite il touch screen. Il display dell’X970-T non è però molto ampio. Si tratta di un LCD con una diagonale di 3,5“ (320×240 pixel). L’unico pulsante presente sul guscio, infatti, è quello di accensione sul lato superiore. Sul fianco sinistro è facilmente individuabile la fessura per le schedine SD (è fornita la cartografia europea, porta a porta). Trovano spazio sulla base, invece, l’interfaccia USB, i contatti per l’aggancio al supporto per l’automobile, la presa di alimentazione e quella per le cuffie. Sul lato posteriore è posizionato il foro per il Reset.

dotazione.jpg

Il supporto di aggancio include un altoparlante supplementare, la presa per l’antenna TMC (che grazie all’RDS riceve informazioni sul traffico in tempo reale, via radio) e quella per l’alimentazione. Quando il navigatore è agganciato al supporto la presa USB è inaccessibile. Il produttore dichiara 3 ore di autonomia per la batteria al litio, la nostra prova ci ha consentito di navigare senza problemi per un margine di tempo di circa 1/3 inferiore. Segnaliamo che nella confezione sono presenti sia l’antenna TMC, sia il caricatore per la rete elettrica domestica (assente invece in tanti modelli concorrenti). È possibile acquistare Navigation X-970T New Edition a un prezzo intorno ai 230 euro. Ulteriori informazioni sono reperibili su http://gps.viamichelin.it/.

Software di navigazione

Una volta inserita la Secure Digital con le mappe il menu principale visualizzato all’avvio propone sei icone principali: Andare a…, Seguire la mia posizione, Consultare una mappa, Guide Michelin, Indirizzi utili e Prima di partire… che consente di accedere alle seguenti opzioni: Telefonare, Ascoltare la musica (il navigatore consente la riproduzione dei file MP3), Visualizza elenco messaggi TMC e Gestire il software “Il mio ViaMichelin”. Con il pulsante alla base della schermata principale si potrà accedere ai menu per configurare preferenze (lingua, unità di misura, valuta e tastiera), impostazioni hardware, la comunicazione con il telefono via Bluetooth, le informazioni sul traffico TMC o per cambiare mappa di riferimento. I menu però sono nel complesso abbastanza dispersivi e poco intuitivi.

softwaremichelin.png

La disposizione delle voci non favorisce la memorizzazione per accedere velocemente alle funzioni, specialmente se si vuole cambiare meta o percorso mentre si guida e anche i pulsanti di navigazione, alla base, non sono comodamente selezionabili. In poche parole: è necessario perdere un po’ di tempo, almeno all’inizio, per adattarsi al software, tutto qua. Una volta scelta la località di destinazione segnaliamo che non è possibile visualizzare in un unico colpo d’occhio tutto il percorso tramite istruzioni visive. Un punto di forza di questo software, invece, è sicuramente la possibilità di pensare e configurare interi itinerari in modo molto semplice (è disponibile anche un’opzione per tornare dall’ultima meta al punto di partenza). Nel database delle guide Michelin ne esistono di predefiniti, ma certamente anche procedendo con la configurazione a mano e inserendo diverse tappe (tramite la tastiera di tipo predittivo), non mancherà l’opzione di memorizzazione desiderata e il richiamo di percorsi già memorizzati. Le guide Michelin poi rappresentano un “plus” particolarmente utile nel caso si sia in vacanza e si desideri sperimentare locali nuovi. E i servizi non finiscono certo qui: parcheggi e distributori sono immediatamente visualizzabili da un pulsante sul touch screen, tramite il GPRS si possono scaricare dati direttamente dal cellulare come per esempio le ultime previsioni del tempo (ma alcuni dei più diffusi modelli BlackBerry non sono supportati), oppure sincronizzare “Il mio ViaMichelin” con il profilo presente sul Web. Il servizio TMC (quello ViaMichelin in Francia è gratuito mentre in altri paesi è previsto il pagamento di un canone), infine, consente di ricevere messaggi in tempo reale sulle condizioni del traffico sulla rete stradale; il navigatore in può anche essere impostato in modo da segnalare automaticamente un’alternativa, base ai messaggi ricevuti. Per sfruttare la funzione TMC via RDS è sufficiente agganciare l’antenna (nella confezione) e sintonizzarsi via radio.

ViaMichelin propone agli utenti i servizi Advantage che comprendono: l’abbonamento alla cartografia aggiornata per due anni e quello al DB degli autovelox per i 14 Paesi europei (con cadenza mensile), percorsi e contenuti tematici, la possibilità di preparare un itinerario sul Web e poi “sincronizzarlo” con il navigatore una volta terminata la pianificazione.

schermata1.jpg

Il software per la sincronizzazione con i dati del PC è molto più intuitivo. Richiede solo un po’ di pazienza per la prima installazione, la registrazione del proprio account e quella del dispositivo, ma poi tutto procede nel migliore dei modi, con una buona integrazione anche dei servizi proposti sul sito Web.

Prova su strada

Una volta attivato, il navigatore non si è dimostrato particolarmente veloce nell’aggancio del segnale, né particolarmente sensibile. Anche il calcolo di diverse tipologie di percorsi non è risultato molto fluido, soprattutto a freddo. Se il percorso è particolarmente lungo o sono previste un certo numero di tappe si dovrà aspettare almeno 4/5 minuti. Abbastanza scomodo risulta poi l’utilizzo di alcuni tasti sul display. La tastiera QWERTY è abbastanza sacrificata e quando si arriva a scegliere la via, il campo relativo è molto stretto, chi ha le dita grosse farà fatica. Idem per quello che riguarda i pulsanti di accesso alle funzioni durante la guida su strada. Sono piccoli difetti, ma mentre si è concentrati al volante possono risultare fastidiosi. Via Michelin X-970T offre alcune segnalazioni preziose (che mancano in altri navigatori) proprio sulla sicurezza: per esempio l’approssimarsi di curve pericolose, o di un passaggio vicino a una scuola e le zone di sorpasso sicure (2+2 corsie). Questa funzione potrà essere migliorata uniformando la segnalazione dei pericoli. Può capitare infatti di ricevere un messaggio di avvertimento per curve molto morbide e ben visibili e non essere avvertiti di improvvise curve a gomito.

Durante la navigazione poi si può scegliere di visualizzare in un’area più grande la svolta successiva, ma a scapito dello spazio riservato alle mappe e, date le dimensioni del display, non è un’opzione che si può lasciare sempre attiva. Buone invece le possibilità di individuare località e punti segnalati dalle Guide Michelin. E’ chiaro che buona parte degli sforzi sono stati indirizzati proprio a favorire al massimo questo tipo di utilizzo. Nell’utilizzo a caldo non abbiamo invece riscontrato nessun tipo di problema e il ricalcolo della strada da seguire in caso di errore è abbastanza veloce. Segnaliamo che, come la maggior parte dei navigatori in circolazione, anche questo modello non dispone di una cartografia in grado di segnalare con precisione tutte le Zone a Traffico Limitato (lo abbiamo sperimentato sulla nostra pelle), è sempre meglio tenere gli occhi aperti, seguire la propria testa e attendere la segnalazione di un percorso alternativo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore