VIDEO ANTEPRIMA: Htc Tattoo

Mobility

E’ lo smartphone basato su Android 1.6 alla portata di tutti. La proposta consumer di Htc prevede un display più economico rispetto a Hero, ma guadagna le cover intercambiabili e la radio FM

Android, inutile nasconderselo, fino ad ora non ha avuto una gran fortuna. Non per lacune o problemi del sistema in sé, anzi. Piuttosto perché è inizialmente difficile da capire. Piace agli smanettoni, meno a chi vuole uno smartphone del quale si percepiscano subito le potenzialità. Esigenza, peraltro, più che legittima, con il rischio di accontentarsi anche di soluzioni meno efficaci, perché i vantaggi di Android appena aperta la scatola non sono così evidenti, ma si apprezzano nel tempo. Comunque sia, Htc Tattoo è la proposta Htc/Gphone economica, ma con alcune soluzioni interessanti e nel complesso di livello più che buono, per chi da un semplice cellulare vuole provare a usare uno smartphone comunque completo.

L’esemplare a nostra disposizione monta la ROM 1.67.405.6 che dovrebbe essere la definitiva. Non si discosta punto da Hero, fatti salvi alcuni miglioramenti applicativi come – per esempio – la radio FM. Anche nella versione in commercio con l’operatore non dovrebbero esserci grandi sorprese software rispetto al fratello maggiore Hero. Per aggiornarla e per sincronizzare lo smartphone con il computer consigliamo l’installazione di HTC Sync_2.0.4 che contiene anche i driver necessari nel caso Tattoo non venga riconosciuto (per accedere al menu di reset su Tattoo basta tenere premuto il pulsante Indietro insieme al tasto di accensione).

htc_tattoobis.jpg

Htc Android Tattoo offre la stessa dotazione software del fratello maggiore Htc Hero. Sarà possibile cambiare il guscio di plastuca scegliendo tra diverse varianti di colore

Htc Tattoo sarà venduto in italia a 299 euro e verrà offerto da Fastweb. Tattoo mosso da un processore Qualcomm MSM7225 a 528 MHz con 512 Mbyte di ROM e 256 Mbyte di RAM. Praticamente la dotazione è comparabile con quella di Hero e anche in questo caso ci sentiamo di segnalare ottima reattività quando il terminale scarico di applicazioni e dati , meno quando lo si utilizza con i software installati a parte e pieno di dati.

Tattoo pesa 113 grammi con la batteria e per quanto riguarda le dimensioni è confrontabile con il Blackberry Curve 8520 provato di recente. E’ solo più stretto, e un filo più spesso (106×55,2×14 mm). Il display è da 2,8 pollici (240×320 pixel) è forse il punto di maggior distanza, invece, rispetto al professionale Hero (3,2 pollici e 320×480 di risoluzione). Il messaggio è chiaro: se avete provato Hero, questo display non vi accontenterà. La fotocamera, da appena 3,2 megapixel, invece, ci sembra qualitativamente più che dignitosa, per questo segmento di smartphone. Riguardo l’autonomia, stesso discorso. La batteria da 1100 mAh non consente un’autonomia comparabile a quella di Hero. Si perdono circa 80/100 minuti di conversazione e quasi il doppio in standby.

I punti di forza sono: minijack per cuffie e microfono e, separatamente, connettore mini-USB (sarà questo uno degli ultimi modelli con le mini-USB, considerato la preferenzaUE per le prese micro). A differenza di Hero, torna come selettore un jog-shuttle metallico a cinque vie con pulsante centrale. Quindi niente biglia, tipo pearl. Rimarchevole invece la possibilità di smontare completamente lo smartphone (come si vede nel video) per poter cambiare tutte e tre le porzioni plastiche che insieme costituiscono il guscio.

Htc Tattoo prevede la radio FM, che invece mancava a Hero, e non rinuncia al ricevitore GPS integrato. Per quanto riguarda la connettività non mancano ovviamente supporto per il WiFi b/g e Bluetooth 2.0 per collegare sia periferiche di terze parti che in A2DP le cuffie stereo.