VIDEO La strategia Sony Mobile con Xperia Z2 e M2

MobilityWorkspace
Quest Visual per le traduzioni mobili
1 0 2 commenti

VIDEO – David Draghi, country manager Sony Mobile Italia, presenta le novità MWC 2014 e spiega la strategia

A MWC 2014 abbiamo incontrato David Draghi, reponsabile per l’Italia di Sony Mobile. Un’occasione sia per dare la prima occhiata ai nuovi smartphone e tablet di Sony, sia per ricevere un feedback sull’evoluzione del mercato.

Sony, prima di altri vendor, ha creduto nell’utilità di proporre smartphone waterproof, ora propone Xperia Z2 con certificazione IP 58 che significa protezione da getti d’acqua a tempo indeterminato. Il telefono con Android KitKat, Qualcomm Snapdragon 801  a 2,3GHz di clock (SoC a 32-bit) e 3 Gbyte di memoria Ram, sarà presto disponibile (ad aprile, in preordine da marzo a 699 euro). Lo smartphone si ispira a Xperia Z1, non ci sono stravolgimenti nel design, più ampia la zona in alluminio, la parte posteriore sempre in vetro antigraffio. Rispetto a Xperia Z1, di poco più largo, la dimensione del display è stata portata a 5,2 pollici, con tecnologia Color Led. Sony punta molto anche sulle caratteristiche di videocamera e fotocamera (da 20,7 megapixel) integrate, con la possibilità di riprendere video con risoluzione 4K e nelle fotografie di sfuocare a piacere lo sfondo (Background Defocus – in video la demo).

Tiene compagnia a Xperia Z2 anche il nuovo tablet Xperia Z2. Anche in questo caso il tablet sarà in vendita da aprile a 699 euro, con le medesime caratteristiche waterproof. Ancora più sottile rispetto al precedente, e più leggero. Chiude la rassegna Xperia M2, anche questo smartphone dispone della connettività 4G e ripercorre per materiali e design Xperia Z2, ma in dimensioni ridotte (4,8 pollici).

Tratto comune della proposta Sony negli ultimi due anni è stato quello di proporre smartphone di qualità eccelsa, pur pagando questa proposta con quote di market share ridotte. Questa strategia è confermata, con il sodalizio con Android e Qualcomm, senza divagazioni sulle proposte di Cpu Intel o altri sistemi operativi (almeno per gli smartphone). Draghi sottolinea la crescita di quote di mercato, anche se non paragonabili a quelle del leader del comparto su Android (Samsung). Si fa strada la conoscenza del brand Sony in ambito mobile, ma soprattutto Sony vuol continuare a fare leva su una proposta con elementi differenzianti rispetto a quelli della concorrenza. Una scelta che è stata apprezzata.

Se si parla di 4K, Draghi vuole sottolineare come la possibilità dei nuovi smartphone di registare in 4K sia il modo migliore per consentire di apprezzare il massimo in termine di risoluzione e quindi agevolare, in primis, la produzione di contenuti di qualità elevata per l’apprezzamento del risultato finale anche sui televisori.

In video domande e risposte su prodotti e strategia.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore