Video on demand on-line? Un fallimento

Management

Uno studio boccia il business della vendita di film on-line e promuove le
Web-TV.

Secondo una recente analisi di Forrester Research, i servizi che offrono video a pagamento raggiungeranno quest’anno un picco di risultati per poi cedere il passo a chi fornisce trasmissioni televisive e altri contenuti gratuitamente. Il solo supporto della pubblicità diventerà infatti sufficiente a garantire programmi di qualità, esattamente come avviane adesso con la televisione tradizionale. Secondo la ricerca, già nel 2008 si registreranno vendite molto basse di video, anche a causa dei molti formati e dei problemi tecnici a cui vanno incontro gli utenti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore