VIDEO PROVA: Samsung i780

MobilityWorkspace

Tre modalità diverse per accedere ai menu, ricevitore GPS integrato, supporto HSDPA. Ecco lo smartphone professionale secondo Samsung

La prima cosa evidente accendendo Samsung i780 è certamente il nuovo sistema di puntamento. Si può interagire con lo smartphone (form factor a barra) proprio come si è abituati a fare con il notebook. E’ disponibile infatti un sensore centrale nero di forma quadrata sul quale, muovendo le dita, si sposta la freccia di puntamento sul display, simile a quella del mouse sul computer. Questa è una delle caratteristiche più innovative, che senza dubbio agevola l’utilizzo del device. L’idea è buona, ma secondo noi ancora migliorabile. Non sempre infatti la risposta del puntatore è pronta e lineare e quando il sensore nero viene impostato per un utilizzo nelle quattro direzioni, manca di “touch’n feel”.

Oltre al sistema di puntamento centrale, si possono comunque utilizzare il pennino e la tastiera. Il display, ben protetto, offre una certa resistenza al tocco con lo stilo, ma ci si può abituare. Con la tastiera nessun problema particolare. I tasti sono piccolini, ma alla fine fanno perfettamente il proprio mestiere. Non solo, alcuni di essi sono personalizzabili, per quanto abbiano già indicata la funzione per la quale li ha pensati Samsung (per esempio il tasto in basso a destra si può impostare per l’avvio del software GPS).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore