VIDEO Samsung Galaxy TabPro S è 2-in-1 con Windows per professionisti e studenti

PCWorkspace
Nel mercato notebook, solo Samsung cresce
1 1 Non ci sono commenti

Costa circa mille euro il primo Galaxy 2-in-1 di Sasmung con Windows 10 Home. Galaxy TabPro S è un tablet 12″ ma con tutta la potenza di Intel Core m3 e si trasforma in un computer grazie alla tastiera inclusa nella confezione

Quello dei 2-in-1, che siano detachable (tablet/pc con la tastiera separabile) o convertibili (laptop con il display che ruota fino a 360 gradi) è l’unico segmento di prodotto che riesce a trascinare un pochino i device per il computing, secondo i più recenti dati di mercato. Laptop e desktop, pur rappresentando ancora oltre il 50 percento delle vendite di pc, sono e staranno fermi al palo ancora per mesi e mesi. Il ‘successo‘ dei 2-in-1 però ha smosso le acque. A MWC 2016 Huawei ha rotto gli indugi portando il nuovo MateBook. Tutti i vendor più importanti puntano su questi prodotti, Microsoft con Surface ha fatto scuola, e anche Samsung, che non è presente oramai da qualche anno con i suoi laptop nel nostro Paese, è pronta ora con il nuovo Galaxy TabPro S.

Si tratta del primo 2-in-1 della gamma Galaxy, si presenta come un tablet con display di diagonale 12 pollici, FHD (2160×1440 pixel) sAMOLED, ma la confezione di acquisto comprende sempre anche la tastiera sganciabile dal tablet. Arriva in Italia, anche sullo store di Samsung, e sul canale della GDO, al momento in una configurazione praticamente unica, con Intel Core M3 (a 2,2 GHz), 4 Gbyte di RAM, un disco SSD da 128 Gbyte (la memoria non è espandibile tramite microSD e per circa il 30 percento è già occupata da OS e applicazioni), fotocamera frontale e posteriore mostrano entrambe un  sensore da 5 MP. Il sistema operativo è Windows 10 Home. La connettività LTE cat.6 è opzionale; NFC è supportato così come Bluetooth 4.1 e ovviamente WiFi anche ac MIMO. Il modello acquistabile al momento non prevede il supporto S Pen, mentre il pennino è acquistabile separatamente.

Samsung Galaxy TabPro S
Samsung Galaxy TabPro S

Queste specifiche (rimandiamo a questa pagina del vendor per i dati completi) permettono a Samsung di approcciare il mercato dei professionisti (e della famiglia/studenti) con un prezzo intorno ai mille euro. La proposta è per coloro che cercano un sistema di computing estremamente portabile, agile, reattivo, per le applicazioni office e l’entertainment, eventualmente anche per giocare sfruttando la funzione XboX One Game Streaming, per riprodurre sul tablet i giochi di Xbox One. Il tablet, da solo, ha uno spessore di appena 6,3 mm, pesa meno di 700 grammi, e la tastiera con touchpad – a differenza di tante proposte di altri competitor – non contribuisce affatto a snaturarne la portabilità, con una soluzione d’insieme di gran lunga sotto il chilogrammo di peso che mantiene una sua buona rigidità per un utilizzo confortevole.

Il tablet con la tastiera – che non è però retroilluminata – può essere utilizzato in due posizioni, quindi con inclinazioni diverse. L’interfaccia scelta per l’espansione è la migliore possibile, USB 3.1 Type-C, e nel catalogo è già disponibile una mini docking di espansione (nel video i dettagli), mentre in abbinata con uno smartphone Galaxy, è possibile sbloccare TabPro S sfruttando lo stesso sensore di impronte digitali del telefono. L’approccio di Samsung è abbastanza prudente, con una certa rigidità nella configurazione, almeno per l’esordio. Ricordiamo il prezzo di 1099 euro. La versione LTE sarà  disponibile più avanti per il mercato B2B/B2B2C e gli operatori al prezzo suggerito di 1299 euro.

In video il primo contatto e la presenta di Paolo Castellini, tablet product manager di Samsung Italia.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore