VIDEO SPECIALE (III parte) Smartphone OS: L’installazione delle applicazioni

Dispositivi mobiliMobilitySistemi OperativiWorkspace

Tutti i sistemi operativi per smartphone offrono la possibilità di caricare nuove applicazioni, ma non sono tutti uguali. iPhone propone il sistema più semplice ma anche più limitante, WinMobile e Symbian i migliori

Tutti i sistemi operativi per smartphone offrono la possibilità di installare nuove applicazioni. Il miglior compromesso tra facilità d’uso e completezza è a nostro avviso fornito da Windows Mobile che con ActiveSync permette di procedere sia direttamente dallo smartphone (con il formato Cab da scompattare direttamente da Esplora risorse del terminale) sia da computer, facendo doppio clic sui file scaricati in formato Exe. Stessa semplicità per quanto riguarda la disinstallazione per la quale è previsto un tool ad hoc sui terminali, oppure (per le applicazioni legate all’utilizzo con il PC) direttamente dal software ActiveSync del computer.

Il database è davvero molto ricco, e in più sottolineiamo che quelle di Office Mobile nella versione Professional sono precaricate è un bel vantaggio, per esempio rispetto a sistemi come Blackberry RIM che solo dal firmware 4.5 in avanti hanno guadagno la possibilità di editare (oltre che aprire) documenti office e che ricorrono a software di terze parti. Windows Mobile insomma è avvantaggiata dallo stretto legame con Windows OS.

Con Blackberry RIM è possibile seguire due modalità, direttamente via Internet (OTA, Over The Air) oppure scaricando prima i file Zip e utilizzando poi quelli con estensione Alx e Cod. Alx contiene la procedura di installazione, il loader, quello che verrà utilizzato dal software Desktop manager. I file Cod invece il programma vero e proprio. Utilizzando questa modalità per caricare le applicazioni sarà necessario collegare il terminale al computer e seguire le procedure da Desktop Manager, è un sistema appena lievemente più articolato rispetto a quello proposto da WinMobile. Diverso il discorso per Apple iPhone. La centralina di tutto è indubbiamente AppStore e la modalità di installazione delle applicazioni principe è attraverso il negozio di Apple. Esistono certamente tool di terze parti per ovviare alla necessità di avere disponibile almeno una connessione WiFi, ma non troverete nulla di precaricato sul vostro iPhone per procedere in questo senso. AppStore se da un lato semplifica la procedura e limita i margini di errore, dall’altro è un sistema relativamente chiuso, costringe sempre a una procedura di Login per il download e per quanto riguarda il database di applicazioni, a parte il divertimento si registrano ancora lacune di disponibilità software almeno per quanto riguarda l’ambito Business. E infine Symbian. E’ il sistema operativo che vanta la migliore integrazione hardware e software tra quelli considerati. Anche in questo caso l’installazione delle applicazioni avviene attraverso una PC Suite che ne consente la piena gestione, sostanzialmente senza limitazioni. Inoltre in tanti terminali si trovano già precaricate delle applicazioni che non sono però ancora utilizzabili perché manca solo l’ultimo passaggio del doppio clic sull’installer (è proprio il caso dell’E71 utilizzato in video). Il formato d’elezione per Symbian porta l’estensione Sis. Un file

Sis può essere eventualmente lanciato anche direttamente dal dispositivo. Ma a nostro avviso è sempre meglio procedere con la Suite. Il database di software per Symbian è praticamente infinito, qualche problema in più si può riscontrare nell’individuare quali software sono disponibili proprio nella versione per OS Symbian adeguata al vostro terminale.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore