VIDEO SPECIALE (VIII parte) Smartphone OS: I sistemi di comunicazione

Dispositivi mobiliMobilitySistemi OperativiWorkspace

WiFi, Bluetooth e supporto per la connessione al Web Hsdpa sono richiesti oramai su qualsiasi tipologia di smartphone. Symbian mostra grande flessibilità per l’utente finale, al contrario di Windows Mobile che costringe a ricordarsi di chiudere la connessione ogni volta. Vediamo in dettaglio le caratteristiche di ogni sistema

Una delle priorità per chi acquista un nuovo smartphone è certamente quella di volersi aprire una possibilità in più per navigare in Rete, o anche solo per gestire la propria attività sui siti di social networking. Poco alla volta tutti i vendor hanno raccolto le richieste degli utenti e i diversi sistemi operativi sono pronti da tempo per consentire una semplice gestione delle diverse configurazioni Bluetooth, WiFi, Umts/Hsdpa. Symbian è l’OS che offre la più ampia flessibilità. Infatti da un lato prevede la possibilità di impostare quale tipo di connessione utilizzare per ogni diversa applicazione lanciata in ogni momento, dall’altro protegge l’utente assicurando che al termine di un’applicazione verrà anche chiusa la relativa connessione. Al contrario Windows Mobile è più monolitico.

La connessione resterà sempre aperta, anche una volta chiusa l’applicazione che l’ha ‘chiamata’, ma soprattutto, una volta impostato un account per un’applicazione l’utente di volta in volta non potrà più scegliere con quale connessione entrare in Rete. Alcune applicazioni sanno quindi sfruttare quella che trovano attiva, ma altre si ostineranno a chiamare, senza attendere conferma, la connessione prestabilita. Le procedure di connessione alla rete più trasparenti sono quelle proposte da BlackBerry e iPhone. Si paga magari una piccola perdita di controllo, si guadagna in semplicità. In questi casi una volta che l’utente avrà scelto un piano tariffario adeguato, probabilmente non dovrà preoccuparsi più di nulla e navigare tranquillamente. Consigliamo però agli utenti di fare sempre attenzione a una serie di dettagli: gli accordi in esclusiva tra produttori e operatori telefonici a volte portano i secondi a spingere i primi verso il blocco del WiFi sui terminali, in modo da favorire il traffico dati tramite operatore, in altri casi invece i limiti riguardano Bluetooth, utilizzabile non per lo scambio dei dati tra cellulari, ma solo per il collegamento di device come (cuffie, microfoni etc.etc.). Una buona domanda da rivolgere sempre prima dell’acquisto poi è la seguente: con il piano attivato, e tenendo conto delle capacità del dispositivo che sto scegliendo, potrò utilizzare il mio smartphone per navigare con il notebook utilizzando il device come modem? Tutti i sistemi operativi consentirebbero questa opzione, a livello teorico, poi in realtà per farlo con l’iPhone bisogna seguire una serie di procedure non proprio alla portata di tutti (il produttore del sistema di suo non ha pensato a questa opzione), con Blackberry è semplicemente un po’ articolata la procedura mentre con Symbian e Windows Mobile, sui terminali previsti, la configurazione sarà decisamente lineare e guidata a partire dal doppio clic su un’icona nel sistema.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore