VIDEO TEST: Acer Aspire 5738D con giochi, video e foto in 3D

LaptopMobility

Il mondo in 3D approda sui notebook. Bastano un software, gli occhiali polarizzati e il pannello speciale sul display, per portare la vista in 3D sulla scrivania, quasi come al cinema

Certo ci sono tanti passi avanti ancora da compiere, ma l’effetto 3D per le immagini, i video e i giochi che offre Acer Aspire 5738D è niente male. Si vede in 3D grazie a tre soluzioni hardware e software che lavorano insieme:

  • una pellicola speciale e invisibile applicata a un normale pannello LCD (si tratta di un 16:9, CineCrystal, 15,6 pollici la diagonale per una risoluzione da 1.366×768 pixel, quindi non Full HD);
  • il software TriDef 3D che trovate preinstallato sul notebook e precaricato nell’immagine di base – se doveste ripristinare il notebook alle impostazioni di fabbrica potete farlo -;
  • gli occhiali polarizzati disponibili in doppia versione, sia tipo Matrix sia come mascherina da applicare alle vostre lenti da vista.

Chiariamo subito. Non si tratta dei soliti occhiali con una pellicola di celluloide rossa e una verde, ma proprio di lenti a polarizzazione lineare, economiche ma efficaci (il colore è grigio). Se provate a inclinare di novanta gradi la testa l’effetto svanirà, ma non c’è alcun motivo per farlo, se non giusto il gusto di sperimentare e divertirsi a capire. Per il resto vi avvertiamo semplicemente che è necessario tenere un orientamento costante rispetto al display (circa 120 gradi) e una distanza di 60 cm circa. Non serve fare esercizio, probabilmente come siete abituati a lavorare andrà benissimo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore