VIDEO TEST: Apple Mac mini

PCWorkspace

Il piccolo da scrivania di Apple si rinnova e vanta un comparto grafico migliorato grazie alla scheda nVidia 9400M. Silenzioso e comodo da trasportare si presta idealmente per l’utilizzo a casa

In una scatola di circa 18 cm di lato c’è ‘quasi’ tutto quello che serve per lavorare bene con il Mac a casa e in ufficio. Tanto misura la confezione del nuovo Mac mini, la ‘mattonella’ in alluminio anodizzato di Apple (5×16,5 cm) che ha rivoluzionato il concetto di computer da scrivania riducendo gli ingombri al minimo. A parte resta l’onere per l’utente di acquistare monitor, tastiera e mouse che non sono inclusi nella confezione. La configurazione da noi provata funziona con Intel Core 2 Duo (un processore con due nuclei), 3 a 2 GHz, Mbyte di cache di secondo livello, 2 Gbyte di memoria RAM DDR3 a 1.067 MHz espandibili fino a 4 Gbyte, ma con l’intervento di tecnici Apple. I 2 Gbyte occupano due slot da un Gigabyte ciascuno. Le unità di memorizzazione sono il disco fisso Hitachi da 320 Gbyte e il masterizzatore Dvd Pioneer 8x (con cache da 2 Megabyte).

Il contenuto della confezione e il nostro giudizio in video

Fatti salvi i software di sicurezza che si trovano preinstallati sui sistemi Windows, chi cerca qualche applicazione in più può provare (e poi acquistare) iWork, che però non è preinstallato o software di terze parti. Resta che tutto quello che serve per far funzionare bene il PC e per la manutenzione e il buon funzionamento nel tempo è in dotazione: e citiamo ancora una volta BootCamp (per chi vuole utilizzare i sistemi operativi Microsoft), il software di backup e ripristino (Time Machine), Spaces e Exposé per la gestione degli spazi di lavoro e delle finestre.

contenutimacmini.png

La confezione contiene oltre al computer, l’alimentatore, il connettore DVI/mini-DVI e due Cd con applicazioni e software di ripristino. Oltre a un piccolo manuale cartaceo. Prima di uscire dal negozio ricordate di comprarvi mouse e tastiera, se non li avete già

Di Mac mini ci piace la portabilità, e anche le prestazioni brillanti, almeno con i software preinstallati. Il comparto grafico non si presta per lavori 3D spinti e per le esigenze dei videogiocatori e quello audio mostra evidenti limiti se ci si affida esclusivamente agli altoparlanti integrati (insufficienti) e non si attaccano le cuffie. La configurazione da noi provata costa circa 799 euro. Un prezzo equilibrato se si considera in quanto poco spazio è racchiuso tutto l’hardware che serve, ma non certo a buon mercato considerata l’esigenza di aggiungere altri pezzi per il primo utilizzo (mouse, tastiera e video). Pagando lo scotto di prestazioni non all’altezza si può ripiegare sul modello con meno RAM disponibile a partire da 599 euro.

La confezione comprende il computer, breve manuale in italiano, due DVD (per il ripristino del sistema e con altre applicazioni), l’alimentatore decisamente ingombrante se rapportato alle dimensioni del computer, e infine l’adattatore miniDVI/DVI.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore