VIDEO TEST: Asus G73Jh

LaptopMobilityWorkspace

E’ elegante, tutto nero satinato, con le sfaccettature che ricordano perfettamente l’aereo da guerra Stealth F-117, e poi si fa notare subito per le linee aggressive, e le dimensioni decisamente generose (42x31x5,68 cm che scendono a 1,9 nel punto più sottile) per oltre 3,5 Kg di peso… Parliamo di Asus G73 Jh, un notebook potente,

E’ elegante, tutto nero satinato, con le sfaccettature che ricordano perfettamente l’aereo da guerra Stealth F-117, e poi si fa notare subito per le linee aggressive, e le dimensioni decisamente generose (42x31x5,68 cm che scendono a 1,9 nel punto più sottile) per oltre 3,5 Kg di peso… Parliamo di Asus G73 Jh, un notebook potente, con il display da 17” full HD e finitura glossy, adatto per il desktop replacement e decisamente votato al gaming. Ideale per i videogiocatori, questo notebook è stato presentato al CES 2010 e ora è disponibile anche in Italia.

Ingombrante ma potente, Asus G73 è pensato per i gamer che non vogliono rinunciare al notebook
Ingombrante ma potente, Asus G73 è pensato per i gamer che non vogliono rinunciare al notebook

Descrizione
Dopo la prima occhiata allo chassis robusto e leggermente gommato, si nota subito la soluzione pensata da Asus, per dissipare adeguatamente il calore. Si tratta di due ampie feritoie posteriori che svolgono adeguatamente il proprio mestiere. Aperto il coperchio si nota la tastiera estesa, retroilluminata, con tastierino numerico, adiacente ma separato, e i tasti a isola. L’inclinazione dalla zona posteriore (spessa) a quella anteriore (sottile), agevola l’ergonomia e la comodità di digitazione, anche per lunghe sessioni di gioco. Disturba un pochino invece la scelta monocromatica in bianco delle indicazioni sui tasti che non agevola la distinzione delle diverse funzionalità, durante l’utilizzo. Il touchpad è stato collocato lievemente decentrato sulla sinistra. E’ molto ampio e sensibile. L’unico tasto di selezione deve essere utilizzato a bilancere. Sul profilo superiore adiacente all’innesto del display a destra è stato collocato il pulsante di accensione e a sinistra tre pulsanti retroilluminati: il primo per eliminare l’illuminazione, il secondo per la gestione di Twin Turbo Mode (l’attivazione dell’overclock non solo quando serve, ma in qualsiasi momento) e il terzo per la correzione automatica della gamma colore del display. Appena sotto il touchpad sul profilo anteriore, quattro led indicano il funzionamento del Pc, lo stato di carica della batteria, il funzionamento del disco e l’attività della connessione Wifi o meno.

tasti a isola retroilluminati e tre pulsanti per gestire Turbo Switch del processore
Tasti a isola retroilluminati e tre pulsanti per gestire Turbo Switch del processore, illuminazione e temperatura colore del display

Asus G73 Jh non presenta una dotazione eccellente di interfacce. Sono presenti la porta Hdmi, 4 porte Usb 2.0 complessive (ben distanziate), una presa Vga per il collegamento del display esterno, ovviamente la presa di rete e le solite per cuffia e microfone. A un notebook così avremmo però anche potuto chiedere una porta esterna eSata che manca, o almeno una ‘vecchia’ firewire. Buona l’accessibilità ai componenti interni, basta svitare un unico coperchio sul fondo.

Due dischi da 300 Gbyte e i quattro moduli di memoria RAM. L'accesso ai componenti è veloce. In commercio sono disponibili configurazioni anche con la capacità complessiva fino a 1 Terabyte
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore