VIDEO TEST: BenQ Mid S6

MobilityWorkspace

Mid sta per Mobile Internet Device, è un dispositivo per avere il Web sempre in tasca, ma il modello proposto da BenQ con TIM presenta luci e ombre. Buona l’idea, ma i limiti sono tanti

Mid S6 è un dispositivo ‘quasi’ tascabile, nato per navigare sul Web ovunque con una certa comodità. Misura 158x90x22 mm e pesa circa 350 grammi. Il display vanta una risoluzione 800×480 con una diagonale da 4,8 pollici la cui qualità è uno dei punti di forza.

Mosso da processore Intel Atom a 800 MHz, MID S6 funziona con 512 Mbyte di RAM e SSD da 2 Gbyte. La memoria è espandibile tramite schedine Micro SD (la capacità massima attuale è di 8 Gbyte). Il sistema operativo con cui funziona è Linux nella versione Midinux 2.0 (kernel 2.6), ampiamente personalizzato nell’interfaccia da TIM.

La seconda parte del video test di BenQ Mid S6

Il touchscreen è sensibile e luminoso quanto basta. La schermata principale mostra i vari task: Navigazione, Agenda e Rubrica, Posta elettronica, Ufficio, Media, Programmi e Impostazioni. I menu sono chiari, la tastiera sul display ampia quanto basta per l’immissione di formule brevi, l’ergonomia non è compromessa, ma questo non vuol dire che sia di per sé utilizzabile a lungo per la stesura di un documento. Sul display compaiono sempre le informazioni riguardo la modalità utilizzata di accesso alle Reti, data e ora e livello di carica della batteria. Quest’ultimo però non riporta le informazioni circa l’autonomia residua.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore