VIDEO TEST: Htc Legend

MobilityWorkspace

Uno smartphone che anche grazie ad Android 2.1 rappresenta bene lo stato dell’arte quando si cercano eleganza, comodità d’uso, e praticità. Punti di forza lo chassis monoscocca e la dotazione software con Htc Sense. Con le stesse caratteristiche hardware di Htc Desire sarebbe stato lo smartphone perfetto

Non riusciamo a immaginare Htc Legend equipaggiato con Windows Mobile, no davvero. E questo pensiero che potremmo anche lasciare tra le considerazioni finali è invece importante per inquadrare il contesto in cui è nato Legend, che noi abbiamo visto per la prima volta al MWC 2010 (video): quello che per Microsoft alla fine è diventato un problema, Google con Android l’ha fatto diventare il suo punto di forza. Ci riferiamo alla capacità di Android di adattarsi all’hardware degli OEM, alla flessibilità con cui Android può essere declinato su device così diversi tra loro, lasciandosi accompagnare dallo stesso software personalizzato dei vendor (in questo caso Htc Sense), con cui crea un connubio gradevolissimo. Sembra che Htc Legend sia una declinazione esemplare di cosa si può fare di bello quando tutti i tasselli vanno al loro posto. (video a pag. 2)

Display 320x480 HVGA da 3,2 pollici, con sensore di luce ambientale
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore