VIDEO TEST: Htc Touch Hd – parte III

MobilityWorkspace

Nella terza parte della video prova apriamo la confezione e vediamo cosa viene venduto in dotazione con Htc Touch Hd; pregi e difetti e il nostro giudizio complessivo

Giudizio

L’utente che sceglie Htc Touch Hd deve rinunciare alla tastiera fisica, ma guadagna in versione ‘touch’ un tastierino telefonico, la Qwerty compatta e quella completa, il riconoscitore di scrittura elaborato e naturale e la tastiera di Windows Mobile (quest’ultima sì indimenticabile, ma in senso negativo, la utilizzerete solo con lo stilo). Imparare a fare a meno di un jog shuttle richiede solo qualche ora di utilizzo intenso, non sentirete minimamente la mancanza di un mouse ottico integrato. Le tastiere a disposizione quindi non deludono, Htc ha fatto un buon lavoro di ottimizzazione, in parte agevolato anche dall’ampiezza del display che riduce non di poco le possibilità di errore.

Nel complesso le tastiere digitali presenti, per la prima volta ci hanno fatto dimenticare che esiste l’iPhone. Far scorrere foto, file e schermate con il semplice movimento delle dita non è più una pena. Nel caso delle foto è possibile anche zoomare muovendo un dito sul dettaglio e seguendo una traiettoria circolare. Non c’è un pulsante di scatto hardware, ma è sul display, dove vicino al bordo compare un’icona. Anche le diverse impostazioni possono essere personalizzate dal touchscreen. Il tempo di ritardo dello scatto è fastidioso.

VIDEO TEST: Htc Touch Hd – parte I

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore