VIDEO TEST: Nikon D5000 18-55 VR Kit

AccessoriWorkspace

Sensore da 12,3 Megapixel, display che ruota, la possibilità di fotografare con Live View e il sistema D-Movie per i video sono i punti di forza di questa reflex con un ottimo rapporto qualità/prezzo

Nikon non ha mai tradito il pubblico con prodotti di qualità inferiore alle attese. Le critiche, quando ci sono state, hanno riguardato magari la scarsa disponibilità delle reflex nei negozi o al massimo il prezzo elevato.

Partiamo proprio da questo ultimo punto: la D5000 è disponibile nel kit completo a noi arrivato per la prova a un prezzo intorno agli 800 euro. A nostro avviso più che equilibrato considerate le caratteristiche di questa reflex consumer che eredita però tante qualità eccellenti della D90. Idealmente è possibile confrontare la D5000 a un livello superiore con la D90 e, verso il basso, con la D60.

nikon_d5000_fronte.png

La vista frontale della Nikon D5000

L’ultima reflex di casa Nikon si avvicina decisamente di più alla sorella maggiore: CMOS da 12,3 milioni di pixel in formato DX con sensibilità ISO da 200 a 3200 (estesi in Boost a 100-6400), autofocus su 11 aree con il medesimo sistema Nikon MultiCAM1000, modalità Movie Mod e, Live View e Bracketing, sono i tratti distintivi significativi che la avvicinano più alla D90, rispetto alla sorellina minore D60.

Vicino al pulsante di scatto il pulsante Info accende il display per la visualizzazioni delle condizioni di ripresa, e con il pulsante “I” sul dorso in basso a sinistra si entra direttamente a modificare l’impostazione; la seconda segnalazione riguarda invece la presenza di un’unica ghiera di controllo, da gestire con il pollice sul dorso. Abbiamo sentito la mancanza della secondaria, ma più per una questione di abitudine.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore