VIDEO TEST: Packard Bell Easynote Butterfly S

LaptopMobility

Un notebook ultraportatile sottile, disponibile anche con una configurazione grafica di livello. Ottima la durata della batteria, ma manca un’unità ottica

Packard Bell EasyNote Butterfly S non è già più un netbook, ma conserva un’ottima portabilità grazie allo spessore minimo di appena 2,7 cm e a 1,8 Kg di peso. Non è però nemmeno un notebook completo, al punto da sostituire appieno il computer da scrivania di casa, considerata la mancanza dell’unità ottica. Butterfly S è giunto in redazione per la prova in una configurazione che non è come quella prevista per il nostro mercato. Il processore del nostro esemplare è Intel Core 2 Duo SU9400 (45 nanometri) a 1 ,4 GHz con FSB 800 MHZ e muove Windows Vista SP1 Home Premium Edition, sfruttando 2 Gbyte di memoria (nella configurazione in commercio il processore è un SU3500 e ci sono 4 Gbyte di DDR3).

Per il sistema operativo ci si può aspettare l’adeguamento a Windows 7, che esce il 22 di Ottobre. Quelle proposte da Intel con la sigla SU sono CPU a basso consumo, senza eccessiva produzione di calore. Ideali proprio per i notebook che assieme alla portabilità nascono per assicurare una buona autonomia. E in effetti è questo il caso del nostro modello che, in modalità di consumo Balanced, con la sua batteria a sei celle da 5600 mAh fa registrare la possibilità di lavorare con il WiFi acceso per più di cinque ore e senza connettività attiva anche per oltre 8 ore. La diagonale del display 16:9 è di 13,3 pollici, con risoluzione HD 1366×768. Il comparto grafico prevede un chipset della famiglia Mobile Intel 4 Series Express (in commercio è disponibile anche ATI Mobility Radeon HD 4330). Per quanto riguarda le unità di storage, invece, EasyNote Butterfly S memorizza i dati su disco fisso Sata da 500 Gbyte, e comprende un lettore di schedine di memoria.

Descrizione e giudizio

Chiuso, il PackardBell Butterfly S mostra la sua veste elegante, con qualche concessione per il mercato consumer, con il guscio lucido (antigraffio, ma trattiene le impronte) profilato da circa 2-3 centimetri in plastica opaca (elegante). Sullo spigolo anteriore si lascia intravedere un sottile led che mostra lo stato del sistema, sul lato destro, molto ravvicinati tra loro sono presenti: blocco Kensington, presa di rete, uscita Hdmi, e due prese USB 2.0. Spostato sul lato anteriore, il lettore di schedine. Sul lato sinistro presa delle cuffie e microfono e l’ultima USB (3 in tutto). A seguire uscita VGA e presa per l’alimentazione. Una volta aperto il notebook, a parte la cornice del display con Webcam fissa da 1,3 Megapixel (nulla di che), ci ha stupito favorevolmente sia il piano tastiera, sia la zona del touchpad. Non sappiamo come valutare la presenza di una scorciatoia per accendere e spegnere la connettività Bluetooth, ma la mancanza di un corrispettivo evidente per attivare e disattivare il WiFi che sembra resti sempre attivo. Per fortuna nella zona superiore c’è una zona a sfioramento da cui è possibile accendere e spegnere proprio ricevitore WiFi, ma anche avviare il backup e impostare l’Economode. Un notebook decisamente comodo da usare che non delude nemmeno per quanto riguarda le prestazioni facendo registrare con i test PCMark Vantage un punteggio globale di 2412 che lo rende paragonabile al TimeLine Aspire

4810T da noi provato comunque con in dotazione 2 Gbyte di memoria in più. Nello specifico dei punteggi discrete anche le prestazioni grafiche, quelle con Intel decisamente inferiori a quelle di chi sceglie la soluzione ATi Radeon HD 4330 discreta. Butterfly S permette di lavorare con i video con una certa disinvoltura e ha il pregio di dissipare il calore senza fastidio per l’utente.

Al momento per l’Italia sono previste due configurazioni rispettivamente a 599 e 699 euro. La prima con Intel Core 2 Solo Su3500, DDR3 4 Gbyte di RAM, disco da 320 Gbyte Sata, chipset Intel GS45 e scheda Intel 4500 MHD; la seconda si differenzia per il disco fisso da 500 Gbyte, e Ati Radeon 4330 con 512 Mbyte di RAM di scheda grafica. Niente male.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore