VIDEO TEST: Ricoh CX1

AccessoriWorkspace

Una tascabile innovativa che strizza l’occhio all’utente evoluto con la possibilità di catturare immagini in modalità Dynamic Range. Con Ricoh CX1 si possono gestire a piacere messa a fuoco e funzioni di braketing

Nel tempo si è insinuata l’idea che chi è veramente appassionato di fotografia usa le reflex e tutti gli altri le compatte. E chiaramente non è proprio così. Anzi, spesso solo una compatta consente di catturare l’attimo, anche per la libertà di mano che lascia al fotografo, senza porre limiti alla creatività.

Ricoh ha a catalogo fotocamere sia per usi professionali che per utilizzi amatoriali e questa Ricoh CX1 (con circa 180 grammi di peso e una scocca robusta di metallo) rappresenta un modello di ‘confine’ valido, tanto più ora dopo il rilascio del nuovo firmware (il terzo per questo modello) che risolve un po’ di problemucci (soprattutto quelli con le stampanti PictBridge).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore