VIDEO TEST: RIM Blackberry Curve 8520

Mobility

Un Blackberry alla portata di tutti con l’email in tempo reale e il nuovo App World, lo store delle applicazioni, che si installa a parte. E intanto arriva il nuovo software per la sincronizzazione con il Mac

Blackberry Curve 8520 è lo smartphone Gsm/Gprs/Edge offerto da RIM per tutti a un prezzo decisamente equilibrato. Costa 249 euro con SIM ricaricabile e con 3 euro in più a settimana (offerta Vodafone) si ha a disposizione tutto quello che occorre per consultare la posta in tempo reale e navigare in Internet con il terminale, sia con un normale account di posta (soluzione BIS), sia se si utilizza il device con una soluzione BES. Tra l’altro questo smartphone pesa appena 106 grammi, decisamente ultraleggero. E’ vero che anche questo Curve 8520 non offre connettività Umts, ma per questo prezzo ci sembra un compromesso accettabile.

Le caratteristiche hardware chiaramente non sono da smartphone top di gamma, non importa, almeno in questo segmento. Blackberry Curve 8520 prevede il supporto WiFi b/g e Bluetooth v.2.0 con Edr. La versione da noi provata monta il software RIM 4.6.1.272 (piattaforma 4.2.0.118), la fotocamera è da appena 2 Megapixel (zoom solo digitale 5x), consente anche di realizzare i video e il terminale è dotato di applicazioni di supporto per il riconoscimento vocale. Il display è relativamente piccolo. Appena 2,46 pollici di diagonale, a 320×240 pixel. Anche in questo caso le prime impressioni positive, dopo qualche giorno di utilizzo, vengono dalla durata della batteria da 1150 mAh che ci ha permesso di lavorare con la posta per giorni filati senza ricaricare. L’autonomia in conversazione arriva a oltre quattro ore. Nessuno degli smartphone da noi provati fino ad ora ci ha permesso tanto con WiFi attivo e consultazione ininterrotta nell’arco delle 24 ore della posta elettronica.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore