Videogiochi: si rischia il penale

Management

L’UE prepara sanzioni più gravi per chi non rispetta il divieto di vendita ai
minori dei giochi più violenti.

I ministri della Giustizia dell’Unione Europea hanno dichiarato guerra ai giochi violenti o diseducativi. La prima iniziativa sarà di far sapere ai cittadini europei quali sono i titoli in commercio non adatti ai bambini, attraverso una capillare campagna di informazione. Quindi sono previsti i maggiori controlli per vigilare che vengano rispettate le regole di commercializzazione dei prodotti e le età consigliate indicate sulla confezione. Chi non rispetta le norme rischierà un’accusa da codice penale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore