Videointervista: La pubblicità su Internet non soppianterà quella tradizionale

ManagementNetworkProvider e servizi Internet

Allo Iab Forum 2007, Paolo Duranti, managing director di Nielsen Media Research analizza l’andamento del mercato italiano della pubblicità online. Un po’ in controtendenza con la visione generale che vede la crescita della pubblicità online inarrestabile e destinata a “scalzare” quella tradizionale. Più che di rivalità, continua a sostenere la tesi della complementarietà tra media diversi. Come in passato.

I dati di Assap-AssoComunicazione sugli investimenti pubblicitari in Italia sostengono che sia prevista una crescita media del 30% nel 2008 per l’advertising online. Ciò significa che gli investimenti delle aziende italiane in pubblicità digitale raggiungeranno 665 milioni di euro, +41,5% rispetto al 2006, con una “crescita esponenziale” della pubblicità sui cellulari. Telecomunicazioni (15%), finanza (14%), servizi business (11%) e l’automobile (10%) saranno i settori più impegnati.

Ma la pubblicità su internet sarà in diretta concorrenza con quella su TV e carta stampata? Ne parliamo con

Paolo Duranti, managing director di Nielsen Media Research Italia.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore