Videoproiettori e monitor al plasma professionali nella strategia Nec Italia

Stampanti e perifericheWorkspace

Nec Italia completa la gamma della serie NP dei videoproiettori presentando
nuovi modelli incredibilmente leggeri, meno di 1,6 kg, fino a 3.000 Ansi lumen e
rinnova la serie XM e XR dei monitor al plasma

In un mercato apparentemente frizzante che ha registrato una relativa stabilità, Nec Italia ha presentato tre nuovi videoproiettori DLP, NP40, NP50 e NP60 caratterizzati da dimensioni contenute, un peso di 1,6 kg e 3.000 ANSI lumen. La caratteristica principale è la presenza di un innovativo sistema di raffreddamento cosiddetto ibrido. Questo sistema utilizza sia una tradizionale ventola che una nuova pompa in grado di concentrare sul centro della lampada il flusso dell’aria di raffreddamento. Questo non solo prolunga la durata di vita della lampada portandola fino a 3.000 ore (in modalità Eco), ma consente anche di ridurre di molto il peso e l’ingombro del cabinet. La risoluzione Xga (1.024×768) e l’elevato rapporto di contrasto (1.500:1 per l’NP40 (1.600: 1 per gli NP50 e NP60) sono la garanzia di una immagine brillante in ogni situazione. Tutti e tre i nuovi modelli, che sostituiscono i precedenti LT25, LT30 e LT35, annoverano una serie di caratteristiche tecniche avanzate, migliorando ulteriormente le prestazioni della generazione precedente. La differenza principale tra NP40 e NP50 rispetto al top della gamma NP60 è costituita da livelli di luminosità leggermente inferiori (rispettivamente 2.200 e 2.600 ANSI lumen). Sempre nell’ottica di rispondere alle esigenze del mercato, Nec Italia ha presentato due modelli VT49 e VT59 adatti ad una doppia funzione: per l’utilizzo professionale in ufficio e per godersi la visione di film a casa come al cinema. Con i loro 1.600 Ansi lumen e un rapporto di contrasto elevato per la tecnologia Lcd, pari a 600:1, sono in grado di proiettare immagini nitide e di elevata qualità anche in presenza di luce. Il modello VT59 è dotato di risoluzione Xga (1.024×768 pixel) mentre il VT49 offre la Svga a (800×600 pixel) garantendo in ogni caso la perfetta visualizzazione dei dati anche per i contenuti da Pc. Rinnovo di gamma anche per le due serie di monitor al plasma: XM e XR. I tre nuovi modelli PX-42XM5, PX-50XM6 e PX-60XM5 rispettivamente da 42, 50 e 60 pollici, sono dotati del nuovo pannello ?Crystal Clear?. I vantaggi in termini di qualità delle immagini sono importanti, con un notevole incremento del rapporto di contrasto, una maggiore profondità di campo e un ulteriore miglioramento nella riproduzione dei colori e nell’eliminazione di artefatti digitali nelle immagini. La visione sarà poi effettivamente migliorata grazie alla nuova tecnologia ?Auto Dynamic Gamma Correction?, un algoritmo in grado di analizzare istante per istante le immagini visualizzate e di esaltarne i contrasti, aumentando così la qualità di visione. Tra le funzionalità rinnovate, ?Timer? permette di pianificare l’accensione e lo spegnimento del plasma e delle sue funzioni con una programmazione settimanale (da 7 si è passati a 10 eventi disponibili) oppure mandare in programmazione alternata due diverse sorgenti video (anche in modalità ?Video Wall? o ?Picture In Picture?) con tempi di riproduzione fino a 24 ore, applicazione estremamente utile pr fiere e show room. Anche la gamma di fascia alta dedicata al mercato domestico di alto profilo, chiamata ?Residential?, viene rinnovata con l’introduzione di tre nuovi modelli: PX-42XR5, X-50XR6, -60XR5. Come nel caso dei modelli XM, il 42 pollici mantiene inalterato il suo pannello ?Crystal Clear?, che viene invece esteso per la prima volta ai nuovi PX-50XR6 e PX-60XR5. In più sul 50 pollici viene montato il filtro BCF (?Bounded Color Filter?): un’innovazione tecnologica importante che consente di migliorare la qualità dell’immagine e di diminuire notevolmente il peso del plasma. A conferma della vocazione prosumer della gamma XR, sono previsti doppi ingressi HDMI e Component, un ingresso VGA, S-Video e Composito, affiancati dagli ingressi audio assegnabili in modo indipendente. Ovviamente è sempre possibile collegare anche una presa scart tradizionale, con segnale RGB, attraverso un semplice cavo adattatore. Infine, tra gli altri punti di forza delle gamme XR e XM da segnalare la compatibilità con una vastissima gamma di segnali video e di risoluzioni, indispensabile in campo professionale e consumer di alto livello.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore