Violati i segreti militari USA

AccessoriWorkspace

L’hacker "Stakkato" è riuscito per mesi a rubare password e username

WASHINGTON (Usa) – Per quasi un anno i sistemi informatici delle basi militari USA sono stati violati dal sedicente hacker “Stakkato”. Il pirata informatico sarebbe riuscito ad entrare nelle reti militari grazie a una serie di codici sottratti nel 2004 a Cisco Systems e poi messi in vendita on-line. Grazie a queste informazioni e sfruttando dei trojan (programmi che permettono il controllo remoto di PC altrui) l’hacker è riuscito per mesi a rubare password e username. Stakkato ha avuto così accesso a molti siti delle forze armate statunitensi tra cui il poligono missilistico di White Sands e la base aerea di Patuxent River. L’FBI, dopo una serie di indagini, è riuscita a identificare l’hacker: si tratta di uno studente sedicenne di origine svedese, e precisamente di Uppsala. Questo piccolo genio dell’informatica è peraltro recidivo: era già stato incriminato l’anno passato per avere violato il sistema del proprio istituto scolastico. Questa volta “Stakkato” ha voluto fare le cose decisamente un po’ più in grande!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore