Vira chiama l’Agcom e si salva. Ma Telecom che fa?

NetworkProvider e servizi Internet

Il 3 agosto Telecom avrebbe dovuto staccare la linea a Vira. Quest’ultima ha
chiesto l’intervento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.
Risultato? Per ora, linee allacciate. Ma Telecom vuole liberarsi di questi
operatori/concorrenti? Il parere dell’avvocato

Telvia salva, per ora, dal distacco delle linee , Vira avrebbe rischiato proprio oggi il black out, ma ha superato l’ostacolo chiedendo di discutere del caso all’Agcom e Telecom Italia ha accettato l’incontro. Ma la sensazione, secondo indiscrezioni, è che Telecom Italia stia seguendo la strada del taglio dei concorrenti sul mercato anche a costo di rinunciare ad alcuni crediti nei confronti delle società che ‘sta tagliando’.

“Telecom è un gigante che si sta muovendo in modo scoordinato. La sensazione – ha affermato Guido Scorza, avvocato – è che abbia deciso di ‘tagliare le gambe’ agli operatori più piccoli con i quali vanta crediti, senza un’aspettativa di recupero effettivo delle somme. Se, al contrario, Telecom mirasse al recupero degli importi, un modo per recuperarli sarebbe la transazione e non il distacco delle linee. Sensazione – continua – è che Telecom stia facendo un’operazione che mira solo a ‘togliere di mezzo’ realtà che, oltre a essere i somministrati dalla stessa Telecom, sono anche realtà a lei concorrenti. Telecom sta facendo una scelta tra il recupero del credito, cosa che potrebbe fare tranquillamente continuando a erogare il servizio a società come Telvia, e l’avere uno o più concorrenti in meno sul mercato. E penso che quest’ultima ipotesi sia la più plausibile”.

Per ora, la palla è passata in mano all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Sul caso Telvia invece bisognerà aspettare l’udienza del 9 agosto.

Dì la tua in Blog Cafè: Telvia, Vira, Elitel e…

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore