Virgin Media diffida 800 utenti di file-sharing

CyberwarSicurezza

I pirati musicali hanno ricevuto lettere in cui vengono avvisati del fatto che non dovrebbero effettuare download illegali di file

Virgin Media ha scritto a 800 utenti di file-sharing per ricordare loro che non dovrebbero effettuare il download illegale di file.

Mentre la Francia prepara la diffida per legge , l’Isp inglese Virgin Media ha deciso di intraprendere una via dal pugno di ferro: avvisare i propri utenti sui loro doveri. La campagna per ora è di tipo educativa, sono cioè “diffide” morali, e non hanno natura penale. Ma Virgin Media sta anche studiando l’ipotesi disconnessione per staccare la Rete ai pirati incalliti.

Il warning sulla missiva sarebbe dunque un errore, ma rientra in un’iniziativa più estesa della British Phonographic Industry (BPI): la Bpi britannica vorrebbe una “politica delle tre chances”, secondo la dottrina Sarkozy in Francia. Carphone Warehouse ha rifiutato di partecipare alla campagna anti pirateria di Bpi.

Anche l’ Italia si è detta possibilista sull’adottare il pugno di ferro contro la pirateria illegale: la Dottrina Sarkozy sta facendo scuola.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore