Virtualizzazione dinamica per tutti gli storage Hp

CloudServer

Puntano sulla deduplicazione dei dati le ultime novità a nastro per Pmi ed enterprise lanciate dalla società di Palo Alto

Hp rilancia la propria presenza sul mercato della virtualizzazione nell’ambito dei sistemi di archiviazione attuando una strategia che abbraccia sia l’offerta dedicata alle Pmi che quelle per la dimensione enterprise . La novità tecnologica sta nell’inserimento della deduplicazione in tutti le soluzioni di storage a nastro che, secondo le fonti ufficiali, offrirebbe una razionalizzazione e un’ottimizzazione dei processi in un r apporto di 50 a 1, consentendo di ridurre così i costi attraverso un consolidamento dei sistemi di archiviazione, assicurando una maggiore quantità di dati in linea, il tutto in una formula pacchettizzata semplice da implementare e facile da gestire.

Il catalogo della nuova offerta si apre su D2D Backup System, che si arricchisce con due appliance: Hp D2D 2500 e Hp D2D 4000, dedicate alla piccola e media impresa e ai distaccamenti di azienda, equipaggiati dalla tecnologia di nuovo conio realizzata negli Hp Lab e denominata Dynamic De-duplication. Per le aziende di fascia alta la società di Palo Alto ha inserito la tecnologia chiamata Accelerated De-duplication nei sistemi Vls (StorageWorks Virtual Library).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore